direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Necessario ripristinare nell’agenda di lavoro la tutela dei diritti sociali dei lavoratori emigrati in particolare dell’America Latina

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

Dai deputati Pd Schirò, Ungaro e Garavini (Pd)

ROMA – In una nota congiunta i parlamentari Pd della circoscrizione Estero Angela Schirò, Massimo Ungaro e Laura Garavini segnalano i problemi in materia di previdenza, assistenza, fisco e sanità relativi agli italiani all’estero e in particolare in America Latina che andrebbero affrontati dal Governo. I parlamentari segnalano ad esempio “l’avvio di trattative per il rinnovo  degli accordi bilaterali di sicurezza sociale oramai obsoleti ed inefficaci (vedi Argentina, Brasile, Stati Uniti, Uruguay e Venezuela) o per la stipula di nuovi accordi (vedi Cile, Perù, Ecuador, Colombia, Costa Rica, Messico, etc.)”. Schirò, Ungaro e Garavini rilevano inoltre come non sia stata avviata alcuna riflessione (nella legge di stabilità per il 2019 e nei decreti collegati) sulla necessità di introdurre una sanatoria degli indebiti previdenziali che colpiscono quasi 100.000 pensioni in convenzione,  o sulla revisione del meccanismo di calcolo delle pensioni in convenzione marchiate da importi irrisori. “Non sembra rientrare nell’agenda di lavoro di questo Governo – continuano i parlamentari Pd – una revisione delle numerose convenzioni bilaterali contro le doppie imposizioni fiscali che invece paradossalmente consentono la tassazione concorrente (ne sanno qualcosa i nostri connazionali che vivono, per esempio, in Brasile, in Canada, in Francia) o di stipulare nuovi accordi fiscali con Paesi come il Perù dove vivono importanti comunità italiane”. Schirò, Ungaro e Garavini sottolineano inoltre sia la mancanza nel calendario dei lavori di una valutazione sull’opportunità di esentare i nostri connazionali dal pagamento di imposte e tasse come l’IMU, la TASI e la TARI, il Canone RAI e le addizionali regionali e comunali, sia la necessità di tutelare le nuove mobilità attraverso la stipula di accordi bilaterali di assistenza sanitaria con i Paesi extraeuropei,  in modo da non costringere gli italiani in uscita e in entrata a dover ricorrere a onerose polizze assicurative. Segnalata anche l’importanza di garantire cure urgenti ospedaliere gratuite anche agli italiani nati all’estero che rientrano temporaneamente in Italia. I parlamentari Pd evidenziano anche l’esigenza di consolidare e migliorare gli incentivi fiscali ai giovani lavoratori espatriati che desiderano rientrare in Italia e di eliminare la piaga della doppia imposizione fiscale a carico dei giovani espatriati i quali producono reddito all’estero ma non sono iscritti all’AIRE. Infine, per Schirò, Ungaro e Garavini, a fronte della drammatica ripresa delle migrazioni, sarebbe idoneo elaborare politiche e istituire strumenti per accompagnare e gestire con responsabilità e sensibilità il preoccupante fenomeno. Dopo aver ribadito il loro impegno su queste tematiche, i parlamentari Pd concludono la loro riflessione auspicando disponibilità da parte del Governo a ripristinare nell’agenda di lavoro la tutela dei diritti sociali dei lavoratori emigrati. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes