direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Mostra fotografica e presentazione del libro “Per l’esercito serbo – una storia dimenticata” a Novi Bečej

EVENTI

Il 5 novembre un’iniziativa promossa in collaborazione con l’IIC di Belgrado su un episodio della Prima Guerra Mondiale che coinvolse anche la Marina italiana

BELGRADO – Verrà inaugurata domani, martedì 5 novembre, alle ore 19 presso il Centro culturale di Novi Bečej la mostra “Per l’esercito serbo – una storia dimenticata”, allestimento di fotografie tratte dall’omonimo libro curato dalla storica Mila Mihajlović su di un episodio poco noto della Prima Guerra Mondiale.

La mostra, promossa dall’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado in collaborazione con la Biblioteca Nazionale di Novi Bečej, sarà visitabile fino al 20 novembre. L’ingresso è libero.

Nel pieno dell’inverno del 1915-1916, l’Esercito serbo, stretto dalle armate degli imperi centrali, è costretto a ritirarsi attraverso i monti, seguito in massa dai civili. Giunto sulle coste dell’Adriatico, l’esercito venne tratto in salvo grazie ad un’eccezionale operazione umanitaria e militare dalla regia Marina italiana, con il concorso di unità francesi e inglesi, che assicurò il trasferimento dell’intero esercito serbo sull’altra sponda dell’Adriatico. Dal 12 dicembre 1915 al 29 febbraio 1916, sulle navi italiane scortate dalla Marina militare, vennero trasportati 260.895 profughi e militari serbi, 24.000 soldati austriaci prigionieri dell’Esercito Serbo, 10.153 cavalli, 68 pezzi d’artiglieria serba e 300.000 quintali di materiale bellico. L’intervento della Marina italiana fu una vera e propria “operazione umanitaria” ante litteram e rappresenta fino ai giorni nostri la più vasta ed articolata operazione di aiuto e soccorso tra i popoli di tutti i tempi. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform