direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Mattarella ricorda il sacrificio di Vittorio Calderoni, figlio di genitori emigrati in Argentina

CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA

TRIESTE – Nel suo discorso a piazza Unità d’Italia, il presidente della Repubblica ha voluto richiamare il ricordo di un soldato semplice, Vittorio Calderoni. “Era nato in Argentina, nel 1901, da genitori italiani emigrati ha detto Mattarellaa -. A soli 17 anni s’imbarcò per l’Italia, per arruolarsi e combattere nell’Esercito italiano. Morì per le ferite ricevute, a guerra ormai finita, nel novembre di cento anni fa”.

“Ritengo doveroso ricordarlo qui – ha proseguito Mattarella -, in questa stessa piazza, dove ottanta anni addietro fu pronunciato da Mussolini un discorso che inaugurò la cupa e tragica fase della persecuzione razziale in Italia, perché Vittorio Calderoni era ebreo, il più giovane tra i circa 400 italiani di origine ebraica caduti nella Grande Guerra”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes