direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Mattarella: I Carabinieri presidio dei valori più alti della nostra comunità: la libertà, l’unità, la coesione sociale, la legalità

QUIRINALE

Incontro del Presidente della Repubblica  con una rappresentanza di Carabinieri, nel 205° anniversario della costituzione dell’Arma

ROMA – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione del 205° anniversario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, ha ricevuto al Quirinale il Generale C.A. Giovanni Nistri, Comandante Generale dell’Arma, accompagnato da una rappresentanza di appartenenti alla Forza Armata.

“Il Comandante Generale ha ricordato le tante stazioni e le tante pattuglie che ogni giorno, in qualunque ora, vigilano sulla sicurezza del nostro Paese – HA DETTO Mattarella nel corso del suo intervento – . Questa rete di presenza, di reparti altamente specializzati in tanti settori diversi che riguardano la legalità, la sicurezza e i settori in cui questi elementi si versano – il lavoro, la salute, il patrimonio culturale, l’ambiente – spiega il perché dell’affetto e della fiducia dei nostri concittadini. Fiducia che viene accentuata particolarmente da alcune operazioni straordinarie.

Ricordo l’operazione – brillante, velocissima – a San Donato Milanese, che ha salvato quei 51 ragazzini – quasi bambini – dalle mani di un folle o di un irresponsabile aspirante terrorista.

Ricordo anche l’operazione di Borgo Panigale in cui, rischiando la propria incolumità, vi è stato un intervento immediato, di grande efficacia.

Vorrei anche rammentare un altro episodio che è poco conosciuto e di cui sono venuto a conoscenza: nel novembre scorso, in provincia di Varese, è rimasta isolata a lungo una frazione sperduta, in cui vivono sette anziani. Lì, giorno per giorno, militari dell’Arma della Compagnia di Luino e del Reparto Carabinieri Forestale di Varese, hanno portato generi alimentari e farmaci, facendo sentire a questi nostri concittadini, isolati in quella frazione sperduta, che cosa vuol dire senso delle istituzioni e senso della comunità nazionale.

Sono queste  – ha proseguito il Cspo dello Stato – le ragioni per cui i premi e le decorazioni che vengono elargite e attribuite sono pienamente fondate.

Vorrei esprimere i miei complimenti, le congratulazioni e i ringraziamenti a tutti i premiati che oggi riceveranno decorazioni o saranno destinatari di riconoscimenti.

Questi riconoscimenti trovano due punti particolarmente importanti nella Medaglia d’oro al Merito civile alla Bandiera dell’Arma per l’opera del GIS e nella Medaglia d’oro per i Benemeriti dell’arte della cultura alla Bandiera dell’Arma per il reparto di tutela dei Beni Culturali.

La mostra ‘L’arte di salvare l’arte’ ha registrato un grande successo qui al Quirinale.

Vi sono molte cose da dire, ma mi limito a ricordare soltanto gli oltre novecento militari dell’Arma che operano fuori dai confini nazionali: dal Kosovo a Gibuti, da Gerico al Senegal, dai Paesi del Sahel all’Iraq, e in altri luoghi, l’opera dei carabinieri è diventata un punto di riferimento per la comunità nazionale e un elemento di grande prestigio per il nostro Paese.

Per tutte queste ragioni – ha concluso Mattarella -, oltre a ribadire l’affetto degli italiani, desidero esprimervi la riconoscenza della Repubblica. Auguri per questo anniversario”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes