direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Luigi Di Maio ha incontrato ieri a Berlino i Ministri del Lavoro e dell’Economia della Repubblica Federale Tedesca

INCONTRI ISTITUZIONALI

Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico: “Abbiamo ribadito la volontà di non uscire né dall’Ue né dall’Euro”

 

BERLINO – Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio ha incontrato ieri a Berlino i Ministri del Lavoro e dell’Economia della Repubblica Federale Tedesca.

“Con il ministro dell’Economia e dell’Energia della Repubblica Federale Tedesca Peter Altmaier si è concluso un incontro proficuo – ha affermato Di Maio. “Abbiamo discusso di svariati temi, dalla manovra economica alla via della seta, passando per le prossime sfide sul futuro che ci attendono: energia, intelligenza artificiale, blockchain”.

“Abbiamo ribadito la volontà di non uscire né dall’Ue né dall’Euro. Questa è l’Europa con cui si può dialogare, quella che ascolta e condivide le esperienze. In particolare – segnala Di Maio, – ho apprezzato il fatto che sia il Ministro dell’Economia tedesco sia la Cancelliera Angela Merkel non si siano intromessi nelle dinamiche attuali sulla legge di bilancio, dimostrando rispetto per un Paese fondatore dell’Unione Europea. Al Ministro Altmaier ho ribadito il fermo intento del governo di abbassare il debito pubblico agendo sull’economia reale, con investimenti ad alto moltiplicatore che possano far ripartire l’Italia”.

In mattinata anche l’incontro con il ministro del Lavoro e degli Affari Sociali Hubertus Heil, “che – rileva Di Maio – rappresenta con i centri per l’impiego tedeschi un’eccellenza assoluta a livello europeo. Un esempio a cui ispirarci e con cui collaboreremo a livello bilaterale nell’immediato futuro”.

“L’incontro con le start-up – conclude il Ministro – è stato invece l’occasione per parlare del piano d’investimenti per il venture capital contenuto nella legge di bilancio. Si tratta di risorse per rendere finalmente attrattiva l’Italia a livello europeo e internazionale, puntando sui giovani imprenditori che con le loro idee creano nuovi modelli di business e migliaia di posti di lavoro”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes