direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Libano: il Generale Del Col al comando della missione Unifil

MINISTERO DELLA DIFESA

 

Si è svolta ieri a Naqoura la cerimonia di cambio al comando della Missione UNIFIL, per la quarta volta a guida italiana con l’arrivo del Generale Stefano Del Col

 

NAQOURA (Libano) – “La nomina del Generale Stefano Del Col a capo della missione e comandante di Unifil è un grande onore di cui l’Italia è particolarmente orgogliosa. Questo cambio al vertice ci porta per la quarta volta al comando di una missione importante per la stabilizzazione dell’area e dell’intera regione”.

Queste le parole del Ministro Elisabetta Trenta che, insieme al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, ha presenziato ieri alla cerimonia di cambio al comando della missione UNIFIL – United Nations Interim Force in Lebanon, tenutasi a Naqoura, sede del quartier generale della missione. Il Generale irlandese Michael Beary ha passato il testimone al Generale Stefano Del Col.

Come ribadito dal Ministro, l’Italia torna alla guida della missione in Libano per la quarta volta; prima del Generale Del Col si sono succeduti, il Generale Claudio Graziano, attuale Capo di Stato Maggiore della Difesa, nel 2007, il Generale di Divisione Paolo Serra nel 2012 e il Generale di Divisione Luciano Portolano nel 2014.

La visita ufficiale in Libano del Ministro Trenta è iniziata il giorno precedente, quando a Beirut è stata ricevuta del presidente del Parlamento libanese, Nabih Berri, il quale ha evidenziato il ruolo efficace del contingente italiano inquadrato nella missione Unifil. Il Ministro ha a sua volta sottolineato l’importanza delle relazioni bilaterali, confermando che l’Italia è sempre pronta ad aiutare il Libano e a concretizzare i risultati della conferenza di Roma e di Parigi.

La titolare del Dicastero ha poi incontrato il premier incaricato libanese Saad Hariri, il quale a sua volta ha ringraziato l’Italia per il suo impegno in Libano, evidenziando che in questo periodo ci sono più difficoltà nella regione e quindi l’importanza di Unifil è ancora maggiore. “Siamo qui per ribadire il nostro impegno per la stabilità della regione e rinnovare i sentimenti di amicizia che uniscono i nostri due popoli”, così Elisabetta Trenta ha replicato alle parole del collega libanese.

Nella mattinata di ieri il Ministro si è recata inoltre presso il palazzo presidenziale di Baddba, dove ha dialogato col presidente libanese Michel Aoun. (F.R.R.-Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes