direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Le paysage des Marches entre nature et peinture”

INCONTRI

Il 15 giugno all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi

Con la partecipazione di Stefano Papetti e Giorgio Mangani

PARIGI – Frutto di una storia agricola plurisecolare fondata sulla mezzadria e sulla cultura dei fiori, il paesaggio delle Marche ha giocato un ruolo fondamentale nella costruzione dell’identità della regione. L’esperienza del ducato di Urbino (1443–1630) costituisce il momento chiave della creazione del “paesaggio–giardino” come vettore di diffusione culturale. Questo elemento paesaggistico fondamentale ha poi trovato una traduzione pittorica nel XV secolo nelle opere di artisti quali Carlo Crivelli e Piero della Francesca, ma anche Leonardo Da Vinci nel Rinascimento. L’incantesimo di queste vallate e di queste montagne è stato immortalato anche da Montaigne nel suo Journal du voyage de Michel de Montaigne en Italie, par la Suisse et l’Allemagne, en 1580 et 1581.

Per introdurre il pubblico parigino alle bellezze del paesaggio delle Marche, percorrendo la sua storia artistica e culturale, l’Istituto Italiano di Cultura, venerdì 15 giugno alle ore 19, ha invitato Stefano Papetti, storico dell’arte e direttore della Pinacoteca d’Ascoli Piceno, e Giorgio Mangani, storico del paesaggio. Ingresso libero. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes