direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Le deputata Francesca La Marca (Pd, ripartizione America settentrionale e centrale) intervistata a “l’Italia con Voi”

ITALIANI ALL’ESTERO

 

Tra i temi affrontati, la nuova normativa per la richiesta di cittadinanza a seguito di matrimonio e la proposta di riduzione del numero dei parlamentari

 

ROMA – Alla trasmissione di Rai Italia “l’Italia con Voi” l’intervista a Francesca La Marca, deputata eletta per il Pd nella ripartizione America settentrionale e centrale, che si sofferma sulla complessità della collettività presente nell’area. “Io rappresento un continente e mezzo, il Nord e Centro America, e gli italiani che ci vivono non costituiscono un gruppo omogeneo. Rispecchiano la società italiana, c’è un pò di tutto, tutti i colori politici, tutte le fasce d’età e le idee e tutte le professioni – afferma La Marca, segnalando come alle differenze corrispondano anche diverse esigenze.

L’esponente democratica parla poi del nuovo decreto sicurezza e in particolare delle novità che esso introduce per le richieste di cittadinanza italiana a seguito di matrimonio: “da dicembre chi chiede la cittadinanza per matrimonio deve sottoporsi ad un esame linguistico non banale – spiega La Marca, segnalando come all’estero non via sia chiarezza su quali siano gli enti che gestiscono questa certificazione a cui rivolgersi per l’esame. Ricorda poi come sul tema abbia presentato un’interrogazione in Commissione Affari costituzionali alla Camera.

Tra gli atti della attività parlamentare richiama infine una mozione che impegna il Governo al rilancio del Mezzogiorno con il contributo degli italiani all’estero, attraverso la promozione di investimenti e delle bellezze paesaggistiche e storico culturali che i connazionali ben conoscono.

Sulla riduzione del numero dei parlamentari proposta dalla maggioranza, La Marca precisa di non essere contraria alla diminuzione complessiva di tale rappresentanza, motivo per il quale ha sostenuto la riforma costituzionale proposta dal Governo di Matteo Renzi, pur essendo “profondamente contraria” alla riduzione degli eletti all’estero. “La proporzionalità tra numero di cittadini rappresentati e parlamentari eletti era già bassa quando si introdusse la circoscrizione Estero – ricorda La Marca, parlando di 96 mila elettori per un parlamentare italiano a fronte di oltre 400 mila per chi viene eletto nella circoscrizione Estero, un dato che dovrebbe “far pensare semmai ad un aumento del loro numero, invece che ad una riduzione”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes