direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Austria è il 16° Paese europeo nella cooperazione e-health per un’assistenza sanitaria personalizzata

UNIONE EUROPEA

A margine della riunione dei Ministri della Sanità dell’Ue

VIENNA – L’Austria aderisce alla cooperazione e-health per un’assistenza sanitaria personalizzata, firmando la dichiarazione europea sulla messa in rete delle banche dati genomiche, che migliorerà la comprensione e la prevenzione delle patologie. L’Austria diviene così il sedicesimo paese a firmare questa dichiarazione europea, al fine di consentire terapie maggiormente personalizzate ed efficaci: ciò soprattutto per le malattie rare, il cancro e quelle malattie legate al cervello. La firma è stata apposta a Vienna, a margine della riunione informale dei Ministri della Sanità dell’Ue.

La dichiarazione è un accordo di cooperazione tra i Paesi che desiderano offrire un accesso transfrontaliero sicuro e autorizzato alle banche nazionali e regionali dei dati genetici o sanitari, conformemente a tutte le norme dell’Ue sulla protezione dei dati. Una maggiore cooperazione tra gli Stati membri contribuirà a superare la mancanza di interoperabilità e la frammentazione delle iniziative nell’UE, garantendo nel contempo gli standard più elevati in materia di protezione dei dati personali. Questa iniziativa di e-health confermerà anche la leadership mondiale dell’UE nel campo della medicina personalizzata, favorendo le realizzazioni scientifiche e la competitività industriale. La dichiarazione era stata presentata ad aprile 2018 e da allora è stata firmata da Grecia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Cipro, Estonia, Finlandia, Italia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Portogallo, Slovenia, Spagna, Svezia e Regno Unito. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes