direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Laura Garavini (Pd): Carta d’identità elettronica, sia garantita anche agli italiani all’estero

SENATO DELLA REPUBBLICA

La senatrice Pd replica al sottosegretario agli Esteri Picchi in merito alla sua interrogazione in Commissione Esteri

 

 

ROMA – “La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e la conseguente emissione della carta di identità elettronica per gli italiani residenti all’estero doveva avvenire di pari passo rispetto alla diffusione sul territorio nazionale. Lo avevamo stabilito con il nostro Governo di centro sinistra Pd, nel 2015, avviando l’importante opera di digitalizzazione della pubblica amministrazione”.

E’ quanto ha dichiarato la senatrice Pd Laura Garavini (circoscrizione Estero-ripartizione Europa, intervenendo in Commissione Affari Esteri ed Emigrazione  di Palazzo Madama in replica all’intervento del sottosegretario agli Esteri Guglielmo Picchi che ha risposta ad una interrogazione a firma della stessa Garavini riguardante la carta di identità elettronica.

“Attraverso l’Agenzia Digitale e un apposito decreto (78/2015) avevamo infatti previsto – ha ricordato Garavini – che anche la rete consolare estera partecipasse, di pari passo al nazionale, a questo importante processo di modernizzazione e di smaterializzazione dei servizi. Proprio per l’urgenza che i connazionali residenti oltre confine hanno di poter usufruire di un documento elettronico, dal momento che diversi Stati esteri non accettano più documenti cartacei”.

Per la senatrice “non appare chiaro quando si potrà ottenere il risultato. Mentre in Italia ormai la quasi totalità di Comuni italiani è in grado di rilasciare la carta d’identità elettronica, all’estero non abbiamo neanche una dead line certa, a partire dalla quale possiamo essere sicuri di avere la carta elettronica”. Secondo Laura Garavini per far si che la carta elettronica venga emessa all’estero è inoltre “necessario che l’attuale Governo metta l’Amministrazione nelle condizioni di operare, garantendo anche agli italiani all’estero l’esercizio di fondamentali diritti”, ha concluso la sen. Garavini.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform