direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“La Villa Veneta dalla tradizione alla contemporaneità”

MOSTRE

Il 7 giugno all’IIC di Amburgo

Finissage della mostra fotografica dell’architetto Vincenzo Ciccarello

AMBURGO (Germania) – Venerdì 7 giugno alle ore 19.00 presso l’Istituto Italiano di Cultura Amburgo avrà luogo il finissage della mostra fotografica dell’architetto Vincenzo Ciccarello, direttore artistico e presidente dell’Associazione Arteficiolinea,di Treviso, intitolata “La Villa Veneta dalla tradizione alla contemporaneità”. Ciccarello sarà presente all’evento insieme all’autrice dei testi in catalogo Isabella Ottobre.

Il finissage è stato organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo in collaborazione con l’Assocazione Arteficiolinea. La partecipazione all’evento è gratuita. La serata sarà moderata da Francesca Bravi dell’Università CAU di Kiel, che curerà anche la traduzione degli interventi del pubblico e degli artisti.

Il progetto fotografico di Vincenzo Ciccarello (Associazione Arteficiolinea) esplora la Villa Veneta come oggetto simbolico, che dalla destinazione d’uso originale nel tempo può aver confermato, adattato, rinnovato le sue funzioni originali, dando nuova linfa vitale all’edificio ed al contesto territoriale in cui esso è collocato. Le immagini raccontano l’uso attuale di 19 ville tra le più importanti del Veneto che coprono un arco temporale che si estende dal 1500 ai giorni nostri.

Il percorso fotografico raccoglie immagini sulla vita quotidiana in villa, sull’uso attuale, sui fattori che hanno permesso di valorizzare un bene storico e consentirne l’utilizzo in accordo con le esigenze della vita contemporanea.

Nato nel 1958, Vincenzo Ciccarello ha iniziato ad occuparsi di fotografia nel 1975, prima come autodidatta e poi partecipando a workshop fotografici con Gianni Berengo Gardin e con il fotografo demoantropologo Franco Bandiera. In anni più recenti con Ivo Saglietti, Marco Zanta, Michele Gregolin. Dal 1977 al 1982 ha collaborato come giornalista freelance con i periodici mensili “Il Dialogo”, e “Consiglio di Fabrica”, fornendo articoli e servizi fotografici. Ha esposto a Milano, Treviso, Ponzano Veneto, Spresiano ed Amburgo, in mostre personali e collettive.

Isabella Ottobre, di origine calabrese si è trasferita a Padova dove attualmente vive. Si è laureata in lettere con una tesi in Storia dell’Arte e si è dedicata a saggi e a pubblicazioni di carattere artistico, in particolare sugli affreschi del Rinascimento, partecipando a conversazioni e a conferenze anche su temi di carattere filologico. È autrice del libro “Palladio Venezia e l’Istria” scritto a quattro mani con Robero Ligi nel 2008. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes