direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La riunione del Comites di Wellington

ITALIANI ALL’ESTERO

Tra i temi discussi, le risorse finanziarie, i programmi di promozione e valorizzazione dell’italianità in loco, pensioni e sicurezza sociale

 

WELLINGTON – Si è svolta il 27 maggio scorso la riunione del Comites di Wellington, in Nuova Zelanda.

Tra i punti all’ordine del giorno, in primo luogo le questioni inerenti l’amministrazione del Comitato, in particolare il preventivo di spesa per l’anno 2018 che, a seguito del non completo accoglimento della richiesta di fondi operativi per il 2018, viene ridimensionato. Il piano di contenimento delle spese – si legge nel verbale diffuso in seguito alla riunione – prevede: le disdette di tutte le prenotazioni precedentemente fatte delle sale pubbliche; la riduzione del 23% per la segreteria; l’acquisto di un roll-up banner display; la conferma dell’assenza del Comites dal festival Ciao Italia a Christchurch; il posticipo dell’acquisto della polizza  d’assicurazione per la responsabilità civile; la decurtazione del 100% delle spese legali per iniziative di tutela collettiva dei cittadini italiani in loco; lo svolgimento delle prossime riunioni del Comites presso la sede della Società Dante Alighieri di Auckland.

Si passa poi al progetto Immigrazione Italiana in Nuova Zelanda, coordinato da Wilma Laryn. Nel 2016 – si ricorda nel verbale – il progetto ha ricevuto dal Maeci un fondo integrativo di mille euro dai fondi residui 2015, con i quali sono stati acquistati dei libri e sono state coperte le spese per creare le pagine del sito Comites dedicate ad esso.  Su richiesta di Wilma Laryn, il Comitato approva ora la richiesta di fondi sul cap. 3103/2018 alla voce “approfondire le vicende storiche dell’emigrazione italiana, in particolare quelle che presentino ancora forti elementi di attualità”, per un contributo integrativo di 3.500 dollari neozelandesi, da utilizzare per un supporto esterno finalizzato a: migliorare il formato del catalogo, in modo che sia facile da navigare e aggiornare; inserire le diverse tipologie dei documenti reperiti; attivare chiavi di ricerca a tema; insegnare ad alcuni membri del Comites come aggiornare il catalogo; provvedere SEO (search engine optimization) per migliorare il ranking e piazzamento del sito nei motori di ricerca. Approvata anche la proposta di intitolare il progetto “Archivio Digitale della Storia dell’Immigrazione Italiana in Nuova Zelanda”.

Altro progetto è quello intitolato “Valorizzazione dell’italianità in Nuova Zelanda”, coordinato da Alessandra Zecchini  e volto a valorizzare in Nuova Zelanda l’italianità̀ in tutte le sue forme e dare supporto ai produttori, importatori, artisti e imprenditori italiani locali che ne sono i costanti rappresentanti agli occhi dei neozelandesi. La proposta formulata in proposito è di dare visibilità ad organizzazioni ed eventi già̀ esistenti e di incoraggiare caldamente le persone ed i gruppi interessati a partecipare al dialogo e a creare proposte. Essa viene approvata dal Comitato con la specifica che si valutino le iniziative prima di dare visibilità, e si cominci dalle organizzazioni ed eventi già esistenti, di rilievo e provata utilità alla comunità. Il progetto – precisa il verbale – non richiede fondi.

Segnalati alla coordinatrice Chiara Corbelletto gli aggiornamenti sui programmi di “Ondazzurra”, disponibili anche in podcast e il cui ascolto è in crescita. L’intenzione è di presentare un giusto equilibrio tra storie di italiani residenti da tempo in Nuova Zelanda e storie più recenti, emergenti dal nuovo flusso di italiani professionisti che si stanno inserendo nei più svariati settori. Ondazzurra tiene aggiornata una lista di potenziali ospiti per le trasmissioni, alla quale tutti sono invitati a contribuire. Dal suggerimento emerso nella riunione precedente, è stato contattato Marco Sonzogni, docente alla University of Victoria di Wellington, che è interessato a collaborare con una rubrica letteraria. Constatato il grande successo del progetto e la sua utilità ai connazionali, e per assicurare la continuazione del programma, il Comites approva la presentazione della richiesta di finanziamenti dai fondi residui del Maeci per coprire i costi di produzione del programma da settembre 2018 a settembre 2019 per un totale di 4,800 dollari neozelandesi.

Infine, un aggiornamento sulle pensione e le materie di sicurezza sociale.

Lo sportello del patronato Inas in loco sta cercando di ottenere l’utenza City Bank per la Nuova Zelanda e l’accesso allo sportello Inps al fine di poter aiutare coloro che ricevono una pensione. Emilio Festa presenta invece un aggiornamento sulle normative vigenti e sulle differenze e similarità tra i piani contributivi dei due Paesi, ricordando come siano ben accetti i suggerimenti dei concittadini per proseguire con il progetto che intende tutelare i connazionali trasferiti stabilmente in Nuova Zelanda, e coloro che passano un periodo della loro carriera lavorativa qui e rientrano poi in Italia. Il Comites sta cercando una persona, possibilmente un legale che abbia esperienza nel settore, che su compenso possa con le sue conoscenze specifiche in materia, collaborare alla stesura di una traccia sia in italiano che in inglese da inoltrare alle autorità competenti dei due Paesi. Inoltre, l’ambasciatore Fabrizio Marcelli fornirà i contatti di una cittadina tedesca che si è fatta promotrice di un simile progetto e che è già in contatto con i rappresentanti di diversi paesi europei alla ricerca di un simile accordo con la Nuova Zelanda per verificare come questi stiano affrontando l’argomento, e se sia possibile lavorare insieme.

Congratulazioni vengono rivolta a Wilma Laryn per aver ricevuto il Diploma di Benemerenza e medaglia d’oro dalla sede centrale della Società Dante Alighieri a Roma per il suo lavoro nella promozione della lingua e cultura italiana presso la società Dante Alighieri di Christchurch.

La prossima riunione del Comites di Wellington è prevista presso la Dante di Auckland venerdì 27 luglio con inizio alle ore 18. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes