direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a Ginevra ha presentato oggi un side event sulla “promozione di una assistenza alternativa di qualità per i bambini con disabilità

ONU

40^ Sessione del Consiglio dei Diritti Umani

ROMA –  La Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a Ginevra ha presentato oggi un side event sulla “promozione di una assistenza alternativa di qualità per i bambini con disabilità”, nel quadro della 40esima Sessione del Consiglio dei Diritti Umani e a seguito della riunione annuale sui Diritti del Fanciullo.

Il side event è stato organizzato in collaborazione con ATD Quarto Mondo, International Social Service e diverse altre ONG ed è stato co-sponsorizzato dall’UNICEF, dalla Delegazione dell’Unione Europea e dalla Rappresentanza Permanente dell’Uruguay.

Il panel è stato aperto dal rappresentante permanente italiano, ambasciatore Gian Lorenzo Cornado, il quale ha sottolineato come i bambini con disabilità possiedano gli stessi diritti degli altri bambini e sebbene debbano fronteggiare rischi e sfide importanti, esistono notevoli opportunità per sostenerli e realizzare i loro diritti.

Relatori dall’Italia, la Moldova, l’Azerbaigian, il Rwanda, la Cambogia e la Giamaica hanno quindi presentato le buone prassi da ogni regione.

La discussione è stata moderata dal dott. Alfredo Ferrante, in rappresentanza del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il quale ha ricordato, come l’impegno Italiano sui temi della tutela dell’infanzia e della promozione dei diritti dei minori con disabilità sia testimoniato, fra l’altro, dalla recente nomina di un ministro per la famiglia e le disabilità, con significative funzioni di coordinamento nazionale su tali materie. Sono state poi presentate alcune buone prassi italiane riguardo le misure di sostegno per la protezione delle famiglie con bambini con disabilità, anche allo scopo da prevenire separazioni non necessarie. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes