direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Provincia autonoma presenta le iniziative: il Trentino Parco della Memoria

CENTENARIO GRANDE GUERRA

TRENTO – L’ampio e variegato programma di iniziative che la Provincia autonoma di Trento ha messo in campo per ricordare il Centenario della Grande Guerra è stato presentato nei giorni scorsi al Castello del Buonconsiglio, davanti ad una platea qualificata, composta dai rappresentanti dei territori, istituzioni, musei e associazione di volontariato che operano in campo culturale.

“Il Trentino è oggi un grande parco della Memoria, con luoghi simbolo come la Campana dei Caduti ed il Sentiero della pace, 520 chilometri dallo Stelvio alla Marmolada”. L’assessore provinciale alla cultura, Tiziano Mellarini, durante la presentazione, ha elogiato le capacità del sistema culturale trentino di fare rete e di lavorare insieme, coinvolgendo le comunità locali, le istituzioni culturali, le associazioni e il mondo del volontariato. “Il Centenario – ha aggiunto Mellarini – deve soprattutto coinvolgere i giovani perché a loro deve andare il messaggio della pace, partendo dalla lezione del passato. Per questo è stata coinvolta anche la scuola trentina, promuovendo percorsi formativi di educazione alla memoria”. L’assessore ha poi sottolineato come la valorizzazione del patrimonio culturale legato al Centenario debba andare oltre il 2018 radicandosi nel panorama trentino e proponendosi come elemento di sviluppo del territorio.

Parole condivise dall’assessore provinciale al turismo Michele Dallapiccola che ha ricordato come vi sia stata una forte collaborazione fra più livelli per recuperare la memoria dei luoghi e delle testimonianze della Grande Guerra, nell’ottica di una ricaduta in termini culturali e turistici. “Abbiamo un grande patrimonio che dobbiamo mettere a disposizione di tutti, dei trentini e dei turisti che visitano la nostra terra”.

In Trentino le iniziative sono partite a Trento e Rovereto con “Sentiero di Pace”: una serie di eventi e un ciclo di trasmissioni quotidiane in onda fino al 25 luglio promossi da Radio 2, Radio 3 Rai, Rai 5 e dall’EBU. Al Teatro Sociale di Trento c’è stato il concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta dal maestro Gaetano D’Espinosa, con Dietrich Henschel, baritono. Sono state eseguite musiche di Gustav Mahler, Maurice Ravel, Franz Schubert, oltre alla prima esecuzione assoluta della partitura “Sarajevo”, composta per l’occasione dal maestro Nicola Piovani. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes