direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Giunta regionale del FVG approva il nuovo Piano del Turismo 2014-18

FRIULI-VENEZIA GIULIA

 

 

TRIESTE – Il nuovo Piano del Turismo in Friuli Venezia Giulia per il quinquennio 2014-18, approvato oggi dalla Giunta regionale su proposta del vice presidente Sergio Bolzonello, pone come obiettivi la crescita e lo sviluppo turistico sostenibile, la creazione di nuovi prodotti turistici e la trasversalità di settori e destinazioni. Risultato finale di un processo iniziato con uno specifico concorso di idee a cui hanno preso parte numerosi soggetti specializzati in materia di marketing e pianificazione, successivamente integrato attraverso suggerimenti giunti dagli stakeholders nel corso di dieci incontri di presentazione, il Piano costituirà per i prossimi cinque anni un punto di riferimento strategico per l’intero territorio regionale in una logica di sistema integrato che consentirà di connettere il turismo con i settori agroalimentare, cultura, trasporti, artigianato e industria.

“In quest’ottica – spiega Bolzonello – lavoreremo molto sulle aggregazioni, ponendo fine alle inutili e dispendiose sovrapposizioni di azioni e competenze anche attraverso la fusione fra Turismo Fvg e Promotur al fine di creare un unico braccio operativo che agirà sotto l’attenta e forte regia della Regione”. “Un altro punto cardine del nuovo Piano – ha aggiunto il vicepresidente – sarà caratterizzato dalle reti d’impresa che, tra l’altro, sono finanziabili dall’Unione europea. Il coinvolgimento dei privati – ha evidenziato – sarà sempre più importante e decisivo per lo sviluppo sinergico del turismo regionale”. “Vogliamo – ha aggiunto il vicepresidente – riportare in Friuli Venezia Giulia i grandi numeri, creando un format ideale per il turista curioso e desideroso di emozioni che solo in questo contesto si possono vivere a 360 gradi”.

Il Friuli Venezia Giulia si porrà quindi come destinazione slow, caratterizzata da prodotti turistici di nuova generazione che, ripartiti su diversi livelli di importanza, costituiranno il vero perché della visita del territorio. Si potrà così migliorare il contributo del turismo all’economia regionale e creare un’economia turistica performante e dinamica nel quale ambito assumerà fondamentale importanza il miglioramento e l’innovazione dell’accoglienza da parte dei singoli operatori, condizione fondamentale per rilanciare le destinazioni turistiche del Friuli Venezia Giulia. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes