direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“La fatica e la Merica”

ITALIANI ALL’ESTERO

Presentata a Chiavari la ristampa della ricerca di  Marco Porcella sull’emigrazione ligure

 

 

CHIAVARI (Genova)  – “La fatica e la Merica”: a più di 30 anni dalla prima edizione è stata ristampata la ricerca di Marco Porcella sull’emigrazione ligure. La seconda edizione è da poco uscita nella collana “Biblioteca del Grifo” di Internòs Edizioni (la prima era stata pubblicata da Sagep nel 1986) .Il saggio di Marco Porcella è stato presentato presso la Società Economica di Chiavari.  Sono intervenuti Giorgio Getto Viarengo, studioso di storia locale, l’editore della ristampa Goffredo Ferretto e Renato Lagomarsino, che al Lascito Cuneo di Calvari (Fontanabuona) ha radunato  testimonianze dell’emigrazione ligure in America.

L’incontro –  spunto anche per un dibattito sul tema delle migrazioni fra passato e presente dal titolo “Migranti di casa nostra – cause sociali e contesto storico” – è stato introdotto da Enrico Rovegno, assessore e responsabile dei servizi bibliotecari dell’ente chiavarese.

“Legato alla gente della sua terra, di cui conosceva bene, per esperienza diretta, tradizioni e mentalità,  oltreché appassionato cultore di storia, Marco Porcella (1935-2001) intraprese il lavoro di ricerca confluito in questo libro non solo per interesse di studioso ma anche e forse soprattutto  allo scopo – spiega l’editore della ristampa – di rendere giustizia con la documentazione storica ai contadini dell’entroterra del levante ligure, denigrati come “razza semibarbara”, sfruttati o semplicemente dimenticati. In un secolo XIX di trasformazione capitalistica del territorio, essi trovarono nell’emigrazione uno strumento per poter sperare in una vita migliore: il fenomeno continuò fino a tutta la prima metà del secolo successivo. Alcuni realizzarono i loro sogni, molti tornarono poveri come erano partiti.

In primo piano anche le vicende degli insorgenti antinapoleonici “Viva Maria” in Liguria, della famiglia Cereghino, suonatori girovaghi accusati di eresia da cattolici fanatici, del progressivo affermarsi dell’estrazione dell’ardesia e della conseguente necessità di strade per il trasporto dei materiali, dei bambini di famiglie povere “affittati” o venduti a trafficanti senza scrupoli che li portavano a mendicare in giro per l’Europa. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes