direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Biblioteca di Dante, collezione delle edizioni in facsimile dei manoscritti più prestigiosi della Divina Commedia

CULTURA

Presentazione il 5 novembre a Roma, presso la Società Dante Alighieri

ROMA – Una bottega rinascimentale. E’ così che si definisce la Casa Editrice Imago, specializzata nella fedele riproduzione di antichi manoscritti, che realizza seguendo al suo interno tutto il processo produttivo ed unendo la tecnologia alle lavorazioni artigianali: dalla digitalizzazione del manoscritto fino alla rilegatura a mano. Con l’esperienza accumulata dopo 15 anni di alacre attività, Imago ha al suo attivo almeno 30 manoscritti, tra i quali il Breviario di Ercole I d’Este, capolavoro del Rinascimento e il Mappamondo di Fra Mauro, uno stupefacente planisfero di quasi 3 metri di lato, che è stato esposto nelle mostre più importanti al mondo.

Da queste premesse, in occasione dei 750 anni dalla nascita di Dante, Imago dà vita nel 2015 ad un ambizioso progetto. Ogni anno riprodurrà in edizioni in facsimile i manoscritti più prestigiosi della Divina Commedia. L’avventura editoriale si concluderà nel 2021, in cui ricorrono 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. Il risultato sarà una rara, preziosa ed unica Biblioteca di Dante. Ad oggi I codici danteschi disponibili sono cinque, individuati tra i massimi tesori delle biblioteche più famose; gli altri sono in via di riproduzione.

Per presentare lo stato dei lavori e soprattutto per mostrare i lusinghieri risultati già ottenuti, la Casa Editrice Imago vuole rendere partecipi tutti gli appassionati lettori della Divina Commedia grazie ad un significativo evento: Il 5 novembre  alle ore 17, presso la Società Dante Alighieri di Roma (Piazza Firenze 27), verrà presentato il progetto della Biblioteca di Dante. Il prestigioso Palazzo Firenze, sede storica della Società fondata nel 1889, si offre come superba cornice per i manoscritti altrettanto sfarzosi, le cui miniature e segreti verranno rivelati da autorevoli studiosi ed esperti.

Dopo i saluti di apertura del segretario generale della Dante Alessandro Masi, sono previsti gli interventi di Louis Godart (Univ. Federico II, Napoli), Maria Letizia Sebastiani (Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Artistico e Librario), Gabriella Albanese (Univ. di Pisa), Barbara Bertoni (Casa Editrice Imago), Marcello Ciccuto (Società Dantesca Italiana), Giovanna Frosini (Accademia della Crusca) e Salvatore italia (Società Dante Alighieri). (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes