direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Io speriamo che me la cavo”, omaggio a Paolo Villaggio all’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv

CINEMA

Il 29 agosto sarà proiettato il film di Lina Wertmüller interpretato dall’attore genovese scomparso recentemente

 

TEL AVIV – L’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv rende omaggio a Paolo Villaggio – attore, comico, scrittore, sceneggiatore e doppiatore – scomparso il 3 luglio scorso, con la proiezione del film “Io speriamo che me la cavo” (1992) di Lina Wertmüller, liberamente ispirato all’omonimo libro di Marcello D’Orta.

L’appuntamento è per il 29 agosto alle ore 18.30 nella Biblioteca dell’Istituto di Cultura. Ingresso libero.

Il maestro Marco Tullio Sperelli è stato trasferito per errore alla scuola di Arzano quando sarebbe dovuto andare a Corsano. Durante il suo primo giorno di insegnamento nota che a scuola manca disciplina: i bambini dicono volgarità, sono quasi tutti poveri, la preside non sa gestire la scuola e il custode non rispetta il suo ruolo. Inoltre il sindaco permette il lavoro minorile e il maestro è costretto a raccogliere i bambini direttamente sul luogo di lavoro, a uno a uno.Mentre con grande fatica cerca di svolgere il suo mestiere, un giorno in classe entra un bambino con l’aspetto da camorrista, Raffaele, che aggredisce verbalmente il maestro, che a sua volta si arrabbia tirandogli uno schiaffo. Dopo questo il maestro si pente e decide di non tornare a scuola fino al suo trasferimento. Ma non sarà così… (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes