direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Invisibili generazioni”, spettacolo teatrale sull’emigrazione giovanile dei nostri giorni

ITALIANI ALL’ESTERO

A Levico, il 17 febbraio, il primo appuntamento della nuova tournée in Trentino della compagnia Elementare Teatro

 

Coprodotto dall’Ufficio Emigrazione della Provincia autonoma di Trento

 

TRENTO – “Invisibili generazioni” : è lo spettacolo portato sui palcoscenici dalla compagnia Elementare Teatro  che racconta l’emigrazione , perlopiù giovanile, dei giorni nostri. Lo spettacolo – testo e regia  di Carolina De La Calle Casanova – è commissionato e coprodotto dall’Ufficio Emigrazione della Provincia autonoma di Trento nell’ambito del progetto Trentino Global Network – TgN.In collaborazione con Coordinamento Teatrale Trentino, Progetto Altrove di Riva del Garda, Associazione  Trentini nel Mondo di Trento, Primiero Oltre Mondo, Comune di Vallarsa, Comunità della Vallagarina.

E’ una commedia giocata su più registri, a tratti ironica e punk, a tratti capace di toccare corde di autentica commozione. Il lavoro di Elementare Teatro racconta i cambiamenti in atto, in maniera empatica e convincente. Protagonisti sono alcuni giovani, alcuni “expat”, come si dice oggi, “espatriati”, ma anche i loro familiari, quelli che sono rimasti.

“Tutti conosciamo qualcuno che è partito chi in Europa – spiegano le note della Provincia che accompagnano lo spettacolo –  chi in altri continenti. Figli, nipoti, amici emigrano di nuovo per trovare lavoro e progettare una vita, cosa che – dopo la crisi, economica, politica, sociale – è sempre più difficile immaginare. Questa ‘generazione invisibile’ ha diritto a una voce – che abbiamo scelto teatrale – e noi abbiamo il dovere di guardare e vedere la loro fatica e le loro speranze, consapevoli che in un mondo che sta cambiando velocissimamente immaginare soluzioni, proporre nuove politiche è una difficile impresa”.

Un fenomeno nuovo, dunque, favorito dal web e dai voli low cost, diverso dalle migrazioni del passato, che produce in pari misura aspettative, disagi, nostalgie, opportunità di autorealizzazione. “Non è facile andare via e nemmeno rimanere e accettare che siamo la generazione dell’incertezza, e che in tale condizione risiede la nostra forza, il nostro coraggio –  si legge nelle note di regia dello spettacolo –  Personalmente non ammetto di essere ricompresa all’interno della ‘generazione persa’ da alcuni giornalisti o politici, non solo perché non ci credo, ma perché nella mia generazione non vedo persone perse ma persone che cercano, il che è ben diverso”

Nell’era del virtuale l’emigrazione giovanile sembra essere solo la punta di un iceberg inesplorato; sotto acqua, in disgelo, c’è un cambiamento in essere di cui i nostri giovani saranno comunque protagonisti.

Invisibili generazioni sta per essere nuovamente portato in scena in in Trentino: il primo appuntamento con la tournée è fissato per sabato 17 febbraio alle ore 21.00 presso il teatro parrocchiale Monsignor Caproni, seguono poi: venerdì 23 febbraio ore 21.00 teatro cinema comunale di Predazzo e il giorno seguente, sabato 24 febbraio ore 11.00  matinée scolastico; mercoledì 21 marzo ore 13.45 presso il teatro Paradiso di Folgaria  matinée scolastico; giovedì 22 marzo alle ore 21.00 teatro comunale di Tesero, venerdì 23 marzo presso lo stesso comune  matinée scolastico alle ore 10.00; sempre venerdì 23 marzo replica serale alle ore 21.00 presso l’auditorium comunale di Lavis; sabato 24 marzo ore 21.00 presso il centro culturale Locca di Concei a Ledro e, chiude questa prima fase della tournée, il comune di Brentonico dove lo spettacolo andrà in scena domenica 25 marzo alle ore 21.00 presso il teatro Monte Baldo.  (Inform)

 

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes