direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Inaugurato a Montevideo progetto di cooperazione IILA-ALADI. E’ intervenuto l’ambasciatore d’Italia in Uruguay Gianni Piccato

COOPERAZIONE

 

 

 

MONTEVIDEO – Si è svolta ieri presso la Sede dell’Associazione Latino Americana di Integrazione – alla presenza dei rappresentanti  degli organismi organizzatori, degli Ambasciatori dei Paesi destinatari e dei partecipanti  ai corsi –   la sessione inaugurale dell’iniziativa di cooperazione dell’IILA “Miglioramento del sistema di controllo sanitario della catena alimentare per la tutela della salute in America Latina”, finanziato dalla Cooperazione italiana  ed organizzato in coordinamento  con l’ALADI.

Nel suo intervento inaugurale Silvia Espindola Arellano, Sottosegretaria  di ALADI per la  cooperazione, assistenza tecnica e sostegno ai Paesi PMDER ha sottolineato i forti legami esistenti tra le due Organizzazioni internazionali  – le cui relazioni iniziarono nel 1983, tra l’altro con la firma di un accordo di cooperazione proprio nel  settore del controllo della qualita’ alimentare –  e l’auspicio che possano seguire nel prossimo futuro ulteriori iniziative congiunte di analogo rilievo ed utilita’ a favore dello sviluppo e della integrazione economica.

L’Ambasciatore d’Italia a Montevideo Gianni Piccato, nell’esprimere grande apprezzamento per lo spirito di collaborazione e l’impegno con cui l’Aladi ha contribuito alla organizzazione della fase montevideana del progetto, ha ribadito il rilievo che l’IILA attribuisce al coinvolgimento di organismi rappresentativi, quali l’ALADI, nell’esecuzione di attività che consentano a livello regionale di realizzare programmi concreti e mirati in settori strategici e di grande impatto sociale a favore  del rafforzamento delle economie e delle societa’ dei paesi latinoamericani.

Il progetto teste avviato si propone di offrire ai Paesi di Minor Sviluppo Economico Relativo-PMDER ( Bolivia, Ecuador e Paraguay) assistenza tecnica e formazione in sanità alimentare al fine di svilupparne le potenzialita’ legate alle esportazioni alimentari. Più specificamente l’obiettivo operativo e’ l’incremento della capacità tecnica e gestionale delle istituzioni e degli enti pubblici e privati responsabili, nei Paesi beneficiari, dei sistemi di controllo, vigilanza sanitaria e tracciabilità degli alimenti.

Diretta a ventiquattro partecipanti ( otto per Paese ), l’iniziativa formativa si articola in tre fasi: la prima, di carattere didattico e svolta presso l’ALADI, prevede due corsi presenziali su due assi tematici: a) processi applicati a frutta e verdura e b) durata e monitoraggio dei processi di conservazione degli alimenti; la seconda consisterà in uno stage formativo in Italia; la terza, in una missione di assistenza tecnica da parte di una delegazione di esperti italiani e latinoamericani in ognuno dei Paesi partecipanti.

Fondamentale, al fine di dare contenuto e spessore all’iniziativa, sarà l’assistenza tecnico-scientifica fornita dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute -NAS, dal Ministero della Salute nonché dai competenti Dipartimenti dell’Università degli Studi di Milano e del CNR – ISPA Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari. (Inform)

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes