direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

In Commissione Esteri il sottosegretario Della Vedova ha risposto ad una interrogazione sulla situazione di crisi in Venezuela

SENATO DELLA REPUBBLICA

 

ROMA – La situazione di crisi economica, sociale ed istituzionale del Venezuela è al centro di una interrogazione dei senatori Orellana, Zeller, Laniece. Fausto Guilherne Longo, Stefano, De Pietro, Battista, Uras e Zin alla quale ha risposto in Commissione Esteri il sottosegretario Benedetto Della Vedova.

Nell’interrogazione si fa riferimeento ai più recenti sviluppi dello scontro istituzionale e si ricorda che il Senato, lo scorso 24 gennaio, ha approvato la mozione 1-00709, a prima firma del presidente della 3ª Commissione Pier Ferdinando Casini, con la quale si impegnava il Governo, tra l’altro, ad adottare con urgenza ogni iniziativa utile, anche in sede di Unione europea e in collaborazione con gli organismi internazionali, per ottenere dal Governo venezuelano un atteggiamento costruttivo per ripristinare la separazione dei poteri e salvaguardare le attribuzioni dei diversi organi costituzionali e per favorire un dialogo effettivo e stringente tra i diversi livelli di Governo.

Nella risposta il sottosegretario Della Vedova ha sottolineato che le sentenze emanate lo scorso 30 marzo dal Tribunale Supremo di Giustizia venezuelano hanno rappresentato una preoccupante escalation nello scontro istituzionale in corso, costituendo una grave compromissione del principio di separazione dei poteri. Benché, in seguito alle forti proteste, interne ed internazionali, dette sentenze siano state rapidamente revocate, resta intatta la preoccupazione del Governo per l’aggravarsi del contrasto politico in Venezuela, e del concreto rischio di un elevarsi della tensione che allontani le prospettive di dialogo, oggi più che mai necessario.

Il Governo italiano segue infatti con grande preoccupazione l’evolversi della crisi venezuelana, continuando a promuovere con forza il dialogo tra l’esecutivo e l’opposizione, sia direttamente che sostenendo i tentativi della comunità internazionale, a partire da quelli della diplomazia vaticana.

Le tradizionali buone relazioni intrattenute con Caracas, e la presenza di una folta comunità di oltre 150.000 cittadini italiani nel Paese, fanno sì che l’Italia mantenga costantemente aperto un canale di dialogo con le autorità venezuelane, prestando allo stesso tempo ascolto alle richieste dell’opposizione parlamentare, in modo da incoraggiare una soluzione pacifica e concordata della grave crisi che colpisce il Paese.

Peraltro, occorrerà ora valutare con estrema attenzione e cura gli sviluppi della manifestazione indetta oggi dall’opposizione e dell’atteggiamento del Governo al riguardo.

La rapida revoca, da parte dello stesso Tribunale Supremo di Giustizia, delle controverse sentenze del 30 marzo, può in questo senso essere letta come una prova dei risultati che può ottenere una decisa e coesa pressione internazionale, alla coerenza della quale ha contribuito la diplomazia del nostro Paese, anche se la situazione rimane grave e la sua evoluzione incerta.

Il senatore Orellana (Aut (SVP, UV, PATT, UPT)-PSI-MAIE) si è detto soddisfatto della risposta del Governo, apprezzando l’impegno profuso e la costante attenzione riservata alla crisi venezuelana. Ha poi detto di ritenere che occorra insistere in ogni modo per favorire il dialogo tra le parti, prestando una particolare attenzione alla situazione dei prigionieri politici ed ha sottolineato la necessità di sollecitare il Governo venezuelano a fissare la data delle elezioni regionali, che erano previste per lo scorso dicembre e non si sono ancora tenute, nonché il significativo ruolo che l’Italia può svolgere in questa vicenda, sia per la sua condizione di membro non permanente del Consiglio di sicurezza dell’ONU, sia per la presenza in Venezuela di una numerosa e integrata comunità italiana, sia, infine, per i particolari legami tra i due Paesi. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes