direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

In Commissione Affari Esteri l’interrogazione di Laura Garavini e Francesco Giacobbe (Pd) sulla sospensione dei corsi di lingua italiana a Friburgo

SENATO DELLA REPUBBLICA

Il sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo segnala l’individuazione di un nuovo ente gestore. Garavini ribadisce la necessità di “accelerare la ripresa dele lezioni”

 

ROMA – La senatrice eletta per il Pd nella ripartizione Europa Laura Garavini è intervenuta in Commissione Affari Esteri a seguito della risposta del sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo all’interrogazione da lei presentata, insieme al collega Francesco Giacobbe (Pd, ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide), in merito alla sospensione dei corsi di lingua e cultura italiana erogati a Friburgo.

Nella risposta il sottosegretario Merlo ha segnalato l’avvenuta individuazione di un nuovo ente gestore cui affidare i corsi. “Il Console – ha spiegato Merlo – è in contatto con i docenti dei corsi sospesi e, di concerto con l’Ambasciata a Berlino e con i competenti Uffici ministeriali, nel rispetto delle procedure e dei principi di pubblicità e trasparenza, ha individuato un nuovo ente al quale affidare la gestione dei corsi, al fine di assicurare agli alunni della circoscrizione e alle loro famiglie il ripristino, quanto prima, di questo importante servizio. Si sta, quindi, attualmente operando per rendere il necessario periodo di sospensione dei corsi il più breve possibile”.

“Oltre mille alunni italiani in Germania sono attualmente senza corsi di lingua italiana. Questo perché il Ministero agli Affari Esteri ha provveduto alla sostituzione dell’ente gestore nella circoscrizione di Friburgo, non più in grado di garantire i corsi. Bisogna adesso accelerare la ripresa delle lezioni – afferma Garavini, che sottolinea come “la sospensione, se prolungata per mesi, potrebbe determinare il venir meno della disponibilità delle scuole tedesche ad accoglierle nei loro locali. E la perdita del bacino di utenza in un’area così popolosa come quella di Friburgo potrebbe compromettere per sempre il proseguimento delle attività didattiche”.

“Va quindi accelerata la ripresa dei corsi. Con la celere riassunzione dei docenti da parte del nuovo ente gestore o eventualmente prevedendo delle assunzioni comandate di insegnanti di ruolo nelle graduatorie già esistenti. I corsi hanno un valore inestimabile – ha concluso Garavini. – Sono l’unico punto di riferimento per tante famiglie di connazionali all’estero, per insegnare la lingua e cultura italiana ai loro ragazzi. Scongiuriamone l’interruzione nell’area di Friburgo”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes