direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Parco Adamello Brenta lancia la campagna “Plastic free”

TRENTINO

Un’azione di sensibilizzazione ed educazione, allargata e condotta a braccetto con le Amministrazioni pubbliche del territorio per ridurre i rifiuti plastici

TRENTO – Il Parco Naturale Adamello Brenta lancia la campagna di sensibilizzazione “Plastic Free” con la proposta agli enti pubblici dell’area protetta di mettere al bando la plastica monuoso.

Con una lettera partita a inizio luglio, indirizzata ai 30 comuni e alle 4 comunità di valle che afferiscono al territorio dell’area protetta, il Parco invita alla condivisione di “un progetto virtuoso, diretto a favorire la progressiva eliminazione dell’utilizzo della plastica monouso dalle strutture delle amministrazioni pubbliche (municipi, scuole, palestre, ecc.) e in occasione di eventi promossi dalle associazioni del settore ricreativo e turistico, che beneficiano di contributi pubblici e comunali.”.

Nella lettera, firmata dal Presidente Joseph Masè e dall’assessore comunale con competenza in marketing e comunicazione Matteo Masè, il Parco ha richiamato il senso di responsabilità delle amministrazioni pubbliche, sollecitato recentemente anche dalla Comunità Europea, rispetto all’attuale e sempre crescente problematica della dispersione nell’ambiente di materiale plastico. Le ricadute negative, a livello planetario in termini di inquinamento degli ecosistemi, sono sempre più evidenti ed allarmanti, ed è notizia fresca il ritrovamento di microplastiche anche in ambienti inviolati come i ghiacciai.

La proposta ha una doppia essenza. Innanzitutto, volge lo sguardo al futuro. Attraverso la sottoscrizione di un protocollo d’intesa, chiede alle amministrazioni comunali di impegnarsi a ridurre al minimo la produzione di rifiuti plastici entro la fine del 2020 in tutte le strutture comunali, sensibilizzando anche le associazioni che organizzano manifestazioni pubbliche e le cittadinanze. Il protocollo sarà definito per l’autunno in accordo con le amministrazioni.

In secondo luogo, nell’immediato, il Parco offre gratuitamente a ciascun comune e comunità aderente 1.000 kit, composti da piatto, bicchiere, posate, tovagliolo, completamente in materiale 100% riciclabile, biodegradabile e compostabile, da distribuire agli organizzatori delle feste sui loro territori. Ai comuni è richiesto in cambio di sensibilizzare gli organizzatori ad abbandonare la plastica e proseguire in futuro con l’utilizzo di materiali ecofriendly.  (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes