direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha incontrato il capo negoziatore dell’Unione Europea per la Brexit Michel Barnier

ITALIA-REGNO UNITO

Oggi alla Farnesina

 

Il titolare della Farnesina: “Future relazioni con il Regno Unito dovranno fondarsi su chiare regole che assicurino appieno le nostre priorità in tema di mobilità delle persone, scambi commerciali, economia e sicurezza”

Roma – Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi, ha ricevuto oggi alla Farnesina il capo negoziatore dell’Unione Europea per la Brexit, Michel Barnier, con il quale ha avuto un approfondito scambio di vedute sull’Accordo di recesso tra UE e Regno Unito, informa il Maeci con una nota .

Il ministro Moavero, nel ribadire il rammarico italiano per la decisione britannica di lasciare l’Unione, ha espresso apprezzamento al capo negoziatore Barnier per la decisione di iniziare con Roma il suo giro di capitali. Si è, inoltre, congratulato per l’intenso lavoro svolto dalla Task force Brexit della Commissione europea che, mantenendo una non scontata coesione fra i 27 Stati membri dell’UE, ha consentito di portare allo stadio attuale un negoziato estremamente complesso e senza precedenti.

Il ministro Moavero e il capo negoziatore Barnier hanno convenuto sull’importanza degli esiti del Consiglio Europeo straordinario nel formato a 27 Stati, detto “articolo 50”, dello scorso 25 novembre, tappa nodale all’interno di un percorso ancora lungo e difficile, soprattutto con riguardo all’iter di ratifica nel Regno Unito dell’Accordo di recesso.

Il capo negoziatore Barnier, riferendosi all’Accordo di recesso, ha osservato che si tratta di un testo che in particolare, dà garanzie adeguate – come reiteratamente richiesto dall’Italia in sede di negoziato – all’esigenza di proteggere i diritti degli oltre 600.000 Italiani residenti nel Regno Unito, nonché di tutelare le indicazioni geografiche e le denominazioni d’origine italiane nel mercato britannico. Il ministro ha ricordato che bisogna mantenere un’attenta vigilanza affinché tali capisaldi del consenso italiano e le relative disposizioni trovino piena e concreta applicazione.

Quanto alle future relazioni con il Regno Unito, il ministro Moavero ha chiarito che, a parere del Governo italiano, dovranno fondarsi su chiare regole che assicurino appieno le nostre priorità in tema di mobilità delle persone, scambi commerciali, economia e sicurezza.(Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes