direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il discorso di Juncker sullo stato dell’Ue : “Necessario esprimerci con una sola voce in politica estera”

COMMISSIONE EUROPEA

 

BRUXELLES  – In occasione del discorso sullo stato dell’Unione, il Presidente Jean-Claude Juncker, ha richiamato l’attenzione sulla necessità di una maggior compattezza da parte degli Stati membri. “Dobbiamo migliorare la nostra capacità di esprimerci con una sola voce quando si tratta della politica estera dell’Ue. Per questo motivo la Commissione propone oggi di passare al voto a maggioranza qualificata in determinati ambiti delle nostre relazioni esterne. Non in tutti ma in settori specifici, comprese le questioni attinenti ai diritti umani e alle missioni civili. Ciò è possibile sulla base dei vigenti trattati e credo che sia giunto il momento di sfruttare questa ‘clausola passerella’ che ci permette di passare al voto a maggioranza qualificata, la clausola ‘tesoro nascosto’ del trattato di Lisbona”, ha dichiarato Juncker.

La Commissione Europea ha dunque presentato delle proposte per migliorare la capacità dell’Unione europea di svolgere un ruolo più importante e più incisivo sulla scena mondiale. In particolare, il presidente Juncker ha proposto che gli Stati membri si avvalgano delle vigenti regole dell’Ue per passare dal voto all’unanimità al voto a maggioranza qualificata in determinati settori della politica estera e di sicurezza comune dell’Ue (PESC). Ciò consentirà all’Ue di assumere un ruolo più incisivo a livello mondiale e di essere meglio in grado di plasmare gli eventi mondiali e di assumersi responsabilità internazionali. La Commissione ha pertanto individuato dei settori specifici come quello dei diritti umani e delle missioni civili di sicurezza e difesa.

Altro obiettivo da raggiungere riguarda la necessità di sfruttare il potenziale dei trattati. Attraverso le successive modifiche del trattato, gli Stati membri si sono gradualmente spostati verso un processo decisionale a maggioranza qualificata. Le disposizioni vigenti del trattato, che consentono una maggiore flessibilità nelle questioni relative alla politica estera e di sicurezza comune, rimangono tuttavia in gran parte inutilizzate. Sebbene la politica estera e di sicurezza dell’Ue sia stata notevolmente rafforzata negli ultimi anni, vi sono ancora numerosi casi in cui l’unanimità ha ostacolato un processo decisionale efficace e ha impedito all’Ue di agire in maniera rapida e incisiva. La Commissione Europea ha pertanto individuato alcuni ambiti concreti in cui la capacità di azione dell’Ue potrebbe essere fortemente migliorata. In una comunicazione presentata oggi, la Commissione europea sottolinea che il Consiglio potrebbe sfruttare il potenziale dei trattati esistenti per aumentare il ricorso al voto a maggioranza qualificata, mantenendo comunque una cultura del consenso all’interno dell’Ue. Accrescere l’efficienza del processo decisionale in materia di politica estera è ancora più fondamentale in vista di un possibile futuro allargamento dell’Unione europea.

Più specificamente, la Commissione europea invita i leader a concordare, in occasione del Vertice di Sibiu del 9 maggio 2019 di ampliare l’ambito di applicazione del voto a maggioranza qualificata nella politica estera e di sicurezza comune nonché sulle questioni dei diritti umani nelle sedi internazionali. Insomma, il voto a maggioranza qualificata rafforzerebbe l’Unione e contribuirebbe a creare consenso: infatti in altri settori in cui la maggioranza qualificata è la regola, in particolare la politica commerciale dell’UE, l’esperienza dimostra che non solo ciò rafforza il ruolo dell’UE sulla scena mondiale, ma permette anche l’adozione di decisioni più efficaci. La prospettiva di un voto a maggioranza qualificata è un potente catalizzatore per coinvolgere gli Stati membri nella costruzione di un consenso vero e per raggiungere l’unità. Per consenso s’intende anche una maggiore titolarità delle decisioni adottate. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes