direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 19 aprile a Roma il seminario “Contrastare la corruzione nello sport – Verso una solida alleanza pubblico-privato. Lo Scenario Italiano”

APPUNTAMENTI

L’iniziativa è frutto di una collaborazione fra il Ministero degli Esteri, la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio per lo Sport, il Coni  e l’Anac

 

ROMA – Alle ore 9 di giovedì 19 aprile si terrà a Roma, presso la Scuola di Perfezionamento delle Forze di Polizia (Piazza di Priscilla 6, Sala Conferenze) il seminario “Contrastare la corruzione nello sport – Verso una solida alleanza pubblico-privato nel quadro della Risoluzione UNCAC 7/8. Lo Scenario Italiano”.

L’iniziativa è frutto di una collaborazione fra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Maeci ), la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio per lo Sport, il Coni  e l’Anac.

L’evento, in linea con l’impegno del Ministero degli Esteri sulle strategie internazionali anticorruzione e con l’azione della comunità internazionale per promuovere pratiche di integrità, prevenzione e repressione della corruzione nel settore sportivo, è teso a valorizzare e diffondere l’intervenuta approvazione della Risoluzione UNCAC 7/8 “Corruption in Sport”. La Risoluzione, adottata su proposta italiana, conferma il ruolo di avanguardia del Paese sul piano internazionale nel contrasto preventivo e repressivo della corruzione e di ogni forma di devianza in un’area a rischio come lo sport.

Sono previsti interventi del Direttore Generale per la mondializzazione e le questioni globali della Farnesina, Massimo Gaiani, del Coordinatore per le attività internazionali di contrasto alla corruzione del Maeci, Alfredo Maria Durante Mangoni, e di rappresentanti istituzionali, esperti ed autorevoli esponenti di organizzazioni internazionali attive sul tema. L’evento è aperto alla partecipazione della magistratura, forze dell’ordine, accademia, professioni legali e delle imprese interessate.

I lavori sono suddivisi in tre tavole rotonde. La prima è dedicata al quadro internazionale in materia, con l’intervento di UNODC, OCSE, Consiglio d’Europa, UNESCO, CIO, Commissione Europea, Parlamento Europeo e la ONG Transparency International. La seconda affronterà lo scenario italiano e vedrà l’apporto delle Autorità nazionali preposte al contrasto dei fenomeni corruttivi in ambito sportivo. Un terzo focus è riservato allo sviluppo di standard d’integrità nel mondo italiano dello sport e si rivolge in particolare alle Federazioni sportive nazionali. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes