direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 14 aprile visita guidata al campo di concentramento di Ravensbrück, organizzata dal Comites di Berlino

ITALIANI ALL’ESTERO

Un’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e l’IIC, per commemorare le decine di migliaia di donne, tra cui molte italiane (più di 1000) che furono internate e persero la vita nel principale lager femminile della Germania nazista

 

BERLINO – È in programma domenica 14 aprile una visita a quello che fu il campo di concentramento di Ravensbrück, il principale lager femminile della Germania nazista, attivo dal 1939 fino alla caduta del regime nel 1945.

L’iniziativa è organizzata dal Comites di Berlino in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia nella giornata in cui il campo venne liberato, per commemorare le decine di migliaia di donne, tra cui molte italiane (più di 1000), che furono internate e persero la vita nel campo situato alle porte di Berlino. Collabora all’organizzazione della visita anche l’Istituto Italiano di Cultura a Berlino.

Quest’anno, oltre alla visita guidata in lingua italiana, che col supporto della Prof.ssa Johanna Kootz porrà particolare attenzione alle prigioniere italiane che vi furono internate, sono previsti anche due momenti di particolare rilievo per la comunità italiana. Arrivati a Ravensbrück, ci sarà infatti un momento di commemorazione, organizzato dal Memoriale stesso, alla presenza delle autorità locali, cui seguirà l’inaugurazione di una lapide di marmo, donata dallo Stato Italiano, alla presenza dell’ambasciatore Luigi Mattiolo, in memoria delle vittime italiane del campo. Il Comites Berlino invita i partecipanti a portare dei fiori recisi (rose o garofani rossi) da deporre sulle acque del lago e in vari punti della visita.

Nel pomeriggio si svolgerà un incontro-dibattito sull’importanza del lavoro dedicato alla memoria, dal titolo “Testimoni della Memoria – Zur Zukunft der Erinnerung”. Il panel sarà moderato dalla Dr. Insa Eschebach, direttrice del Memoriale.

Interverranno al dibattito, dopo il saluto dell’ambasciatore Luigi Mattiolo e della presidente del Comites Simonetta Donà, la Prof. Johanna Kootz, storica, Ambra Laurenzi, presidente del comitato internazionale di Ravensbrück e figlia di Mirella Stanzione, ex deportata nel campo di Ravensbrück e Maria Bering, direttrice dell’Ufficio Geschichte und Erinnerung, Delegata per la Cultura e i Media del Governo Federale. Ospite dell’evento sarà anche Aldo Rolfi, figlio di Lidia Beccaria-Rolfi, deportata a Ravensbrück e co-autrice di “Le Donne di Ravensbrück” (Einaudi e 1978) e “L’Esile Filo della Memoria” (Einaudi 1996).

Nel corso della visita al Memoriale, ci sarà un momento di tributo alla memoria delle vittime, con la lettura della poesia “Testamento”, di Kriton Athanasulis, da parte dell’attore Salvatore Orefice.
Anche quest’anno il Comites organizza il trasferimento in pullman con partenza alle ore 7.45 (ritrovo ore 7.30) dall’Ambasciata d’Italia a Berlino (Hiroshimastr. 1, 10785 Berlin-Tiergarten) e rientro verso le ore 18.30. È richiesto un contributo di 12 euro. Per iscrizioni e informazioni rivolgersi al Comites di Berlino; il termine ultimo per le iscrizioni è fissato per oggi, lunedì 8 aprile. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes