direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

I Parchi del Lazio protagonisti della Settimana Europea

REGIONE LAZIO

Dal 18 al 27 maggio

ROMA – La Regione Lazio aderisce con i suoi parchi alla Settimana europea dei parchi in programma dal 18 al 27 maggio. L’iniziativa è nata per celebrare il giorno in cui venne istituito in Svezia il primo parco europeo, il 24 maggio 1909. Decine le attività in programma per diffondere la conoscenza della rete di aree protette laziali di grande pregio paesaggistico e di alto valore ambientale

15/05/2018 – La Regione Lazio aderisce con i suoi parchi alla Settimana europea dei parchi in programma dal 18 al 27 maggio. L’iniziativa è nata per celebrare il giorno in cui venne istituito in Svezia il primo parco europeo, il 24 maggio 1909.

Decine le attività in programma per diffondere la conoscenza della rete di aree protette laziali di grande pregio paesaggistico e di alto valore ambientale, importantissime nella conservazione e nel riequilibrio della biodiversità, rendendole protagoniste, insieme ai cittadini, di una esperienza indimenticabile. Diversi gli appuntamenti per l’osservazione del cielo diurno e notturno, in collaborazione con osservatori astronomici presenti nelle Aree Protette del Lazio: nei Parchi di RomaNatura, nel Parco dei Castelli Romani e nel Parco dell’Appia Antica, dove la manifestazione chiuderà con “Il Cielo di Roma”, nel fine settimana dal 25 al 27 maggio (in via Appia Antica, 42 – Roma).

Durante la manifestazione sarà possibile osservare il sole e i pianeti con potenti telescopi, ascoltare i rapaci notturni, partecipare a laboratori didattici sui meteoriti, registrare gli ultrasuoni emessi dai pipistrelli al tramonto, vedere gli ultimi modelli delle attrezzature astronomiche presentati dai principali operatori del settore, effettuare esperimenti di fisica, ascoltare conferenze sulle onde gravitazionali, visitare una mostra sulla biodiversità e la citizen science, partecipare alla raccolta dati su specie rare nel parco insieme ai ricercatori, informarsi sull’inquinamento luminoso e molto altro. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes