direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Ha preso il via il 15 ottobre la seconda campagna di certificazione dell’esistenza in vita per i beneficiari delle pensioni che risiedono all’estero

PREVIDENZA

 

I pensionati residenti nei paesi non compresi in questa iniziativa verranno inclusi nella successiva campagna di esistenza in vita che inizierà nel primo trimestre del 2019

 

ROMA – Ha preso il via il 15 ottobre 2018 la seconda campagna di certificazione dell’esistenza in vita per i beneficiari delle pensioni che risiedono all’estero. La campagna coinvolge i pensionati residenti nei seguenti Paesi: Algeria, Andorra, Angola, Australia, Austria, Belgio, Benin, Botswana, Burundi, Burkina Faso, Cameroon, Capo Verde, Costa d’Avorio, Cipro, Repubblica Democratica del Congo, Egitto, Eritrea, Etiopia, Fiji, Francia, Gambia, Germania, Ghana, Grecia, Irlanda, Italia, ,Kenya, Liechtenstein, Lussemburgo, Madagascar, Mali, Malta, Mauritius, Monaco, Marocco, Mozambico, Namibia, Antille Olandesi, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda, Niger, Nigeria, Portogallo, Reunion, Senegal, Seychelles, Sud Africa, Spagna, Swaziland, Svizzera, Tanzania, Paesi Bassi, Tunisia, Uganda, Regno Unito, Zimbabwe.

Citi invia i moduli per certificare l’esistenza in vita esclusivamente ai pensionati residenti nei suddetti Paesi. Si comunica che, a seconda delle circostanze, alcuni pensionati potrebbero in ogni caso venire esclusi dalla campagna di certificazione dell’esistenza in vita 2018, su indicazione di INPS. I pensionati residenti in Paesi non elencati sopra verranno inclusi nella successiva campagna di esistenza in vita che inizierà nel primo trimestre del 2019.

Si comunica inoltre che l’importo della pensione che viene erogato è stabilito da INPS. In seguito alla ricezione dell`istruzione da INPS, Citi effettuerà il pagamento per l’esatto importo indicato dall’ente pensionistico. Qualora il pagamento della pensione avvenga in valuta locale, i tassi di cambio applicati saranno consultabili sul sito web Citi/INPS. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes