direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Frescobaldi Organ Festival con Domenico Morgante

CONCERTI

Ad Oslo il 22 luglio il concerto d’organo del musicista italiano, promosso in collaborazione con l’IIC

 

OSLO – In programma domenica 22 luglio alle ore 19 presso la Fjære Kirke di Grimstad il concerto d’organo di Domenico Morgante promosso dalla Frescobaldi Society in Norway in collaborzione con l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo nell’ambito del Frescobaldi Organ Festival.

Morgante eseguirà esclusivamente di musiche di Girolami Frescobaldi (Ferrara, 1583 – Roma, 1643).

Domenico Morgante è nato a Monopoli (Ba) il 21 gennaio 1956. Con un curriculum artistico di livello mondiale e più che quarantennale, è oggi uno dei più importanti organisti e clavicembalisti della sua generazione  e tra i massimi esperti di musica rinascimentale e barocca.

Diplomato in Organo e in Clavicembalo, laureato in Musicologia, specializzato in Scienze della Formazione, è stato allievo di Luigi Ferdinando Tagliavini, Gustav Leonhardt, Colin Tilney, Marie-Claire Alain, Sergio Vartolo. Come ricercatore e filologo ha lavorato a vari Progetti musicali europei, svolgendo nel contempo attività didattica in Conservatorio (Campobasso, Roma) e nell’Università (Bari, Roma). Come musicologo, di molte composizioni del passato ha eseguito recuperi e restauri critici; ha al suo attivo un centinaio di pubblicazioni diffuse in tutto il mondo e tradotte in varie lingue. Considerato uno dei massimi studiosi e interpreti della musica di Girolamo Frescobaldi, si deve a lui la riscoperta storica del madrigalista fiammingo Jachet de Berchem (ca. 1505-1567) e la scoperta e lo studio critico del “Codice Lapazaya”, la più antica fonte musicale italo-albanese (1532). Sul finire degli anni Sessanta, ancorché giovanissimo, è stato tra i primi in Italia ad occuparsi dell’interpretazione filologica della Musica Antica e del concertismo con

strumenti storici, conquistando rapidamente un prestigio di rilievo internazionale. Per la sua grande esperienza in campo organologico, ha diretto il restauro di importanti strumenti storici a tastiera, collaborando in varie occasioni anche con il Ministero per i Beni Culturali

e Ambientali. Relatore nei più importanti Congressi musicologici internazionali, dalla fondazione (1985) è Direttore dell’Istituto Mediterraneo di Musicologia. Docente emerito di Organo all’Accademia Organistica “G. Insanguine” di Monopoli (Bari), per la rilevanza

della sua attività didattica in campo organistico gli è stato conferito il Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana (Fiesole, 2008). Nel 2013 ha ricevuto importanti onorificenze dal mondo artistico e accademico albanese (Biennale Musica, Durazzo; Ministero della Cultura, Tirana). Nel 2016 ha pubblicato il thriller storico “Il segreto di Santa Cecilia”, già entrato nel novero dei bestseller internazionali. Numerose le sue partecipazioni a importanti Festival e Rassegne concertistiche in Italia e all’estero, nella duplice veste di organista e di clavicembalista; recentemente è stato l’unico

organista italiano invitato a suonare in Germania, nell’ambito del prestigioso “Flensburger Orgelsommer” (luglio 2017), sul prezioso Organo storico “Arp Schnitger” (1707) della St.Nikolai Kirche a Flensburg.

L’ingresso al concerto è libero. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes