direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Francesca La Marca (Pd) incontra l’ambasciatrice canadese a Roma Alexandra Bugailiskis

ITALIANI ALL’ESTERO

 

ROMA – Francesca La Marca, deputata del Pd eletta nella circoscrizione Estero-rip. Nord e Centro America, il 14 giugno  ha incontrato l’ambasciatrice del Canada in Italia Alexandra Bugailiskis, assieme al ministro consigliere dell’Ambasciata Cristopher Barton.

L’on. La Marca informa di avere, nel corso di un cordiale colloquio,  sottolineato l’esigenza di un comune impegno, da parte canadese come da quella italiana, per dare operatività all’accordo quadro sul reciproco riconoscimento delle patenti di guida, accelerando le intese con le singole province canadesi, ad iniziare dal Québec, competenti per materia secondo l’ordinamento di quel Paese. Sul tema, La Marca ha anche informato di una sua ennesima interrogazione rivolta al Governo italiano con gli stessi obiettivi.

Un secondo motivo di confronto ha riguardato lo Youth Mobility Agreement, che attualmente vede lo scambio di mille giovani tra i due Paesi sulla base di permessi dalla durata complessiva di un anno, con la possibilità di tirocini lavorativi di sei mesi. A tale proposito, spiega La Marca,  si sono manifestate criticità sul versante italiano per l’impossibilità di avere rapporti di lavoro con lo stesso datore per un periodo superiore a tre mesi. Per questo –  si sta procedendo, purtroppo –  commenta – ancora con i tempi lunghi delle trattative diplomatiche, alla trasformazione del Memorandum del 2006 in accordo internazionale, che consentirebbe di superare la suddetta limitazione. Anche su questo, nel corso dell’incontro l’on. La Marca ha rimarcato l’esigenza di un impegno straordinario, sia da parte italiana che canadese, per fare in modo che si arrivi in tempi ragionevolmente brevi al trattato. Dopo avere esaminato con i suoi interlocutori le dinamiche dei “Work Permit”, che possono portare alla contrattualizzazione di lavoratori italiani solo in assenza di analoghe figure lavorative nel mercato canadese, La Marca non ha taciuto il disagio esistente nella comunità italo-canadese per la limitata presenza di italiani nel sistema dei permessi d’ingresso permanenti nel quadro del target annuale complessivo di circa 300.000 unità. La parlamentare spiega che in base a dati comparsi sulla stampa locale, infatti, il quadro generale sarebbe piuttosto deludente, dal momento che sui 3.371.318 permessi concessi dal Governo canadese dal 2006 al 2018, solo poche migliaia sarebbero sono andati a italiani. L’incontro si è concluso, riferisce la deputata,  con un impegno di approfondimento dei temi toccati da parte degli interlocutori presenti nei rispettivi ambiti di competenza. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes