direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Edoardo Zosi suona il violino Stradivari “Il Cremonese” (1715)

MUSICA

Il  2 giugno all’Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino di Cremona

 

In programma brani virtuosistici tra Otto e Novecento. Al pianoforte Stefania Redaelli

 

CREMONA – Sabato 2 giugno, alle 16, l’Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino di Cremona  ospiterà un’audizione speciale con il più iconico dei violini di Antonio Stradivari: “Il Cremonese1715, affidato ad Edoardo Zosi, uno dei migliori concertisti italiani della nuova generazione, accompagnato al pianoforte da Stefani Redaelli.

Il programma affianca brani virtuosistici di autori dell’Otto e Novecento, tra cui Paganini e Sarasate. Già affinato l’incontro tra “il Cremonese” ed i due interpreti, suggellato dal cd, pubblicato da Warner Classsics e premiato da ampi consensi di critica.

Edoardo Zosi è nato a Milano nel 1988 ed ha iniziato lo studio del violino all’età di tre anni, dapprima con il violinista russo Sergej Krylov e successivamente con Pierre Amoyal. Si è diplomato al conservatorio “Verdi” di Milano nel luglio 2005 con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. Si è quindi perfezionato all’Accademia Walter Stauffer nella classe di Salvatore Accardo. Vincitore di prestigiosi premi internazionali alterna l’attività solistica agli impegni cameristici con il Quartetto Adorno e la docenza al Conservatorio “Duni” di Matera. “Edoardo – ha scritto Salvatore Accardo – è senza dubbio uno dei più grandi talenti che io abbia conosciuto: possiede soprattutto una maturità di suono e di fraseggio assolutamente rari per un musicista così giovane. La sua tecnica è già notevole e la sua musicalità seria e profonda…”

Stefania Redaelli ha studiato al Conservatorio di Milano, con Ernesto Esposito, dove si è diplomata con il massimo dei voti. È presente nelle più importanti sedi musicali internazionali. È stata solista con le orchestre della Rai di Milano, dei Pomeriggi Musicali, dell’Angelicum di Milano e l’Orchestra da camera di Padova. Ha suonato con grandi musicisti fra i quali Accardo, Bartoli, Bellocchio, Brunello, Filippini, Giuranna, Krilov, Meloni, Meunier, Meyer, Nordio, Pay, Quarta, Rizzi, Tchakerian. È docente al Conservatorio di Vicenza. (Inform)

 

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes