direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Economics of the future: the deficit of choice”: ciclo di dibattiti al Bozar di Bruxelles

INCONTRI

In collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura

 

Ad aprire la serie di incontri saranno, domani 8 ottobre, Enrico Giovannini e Daniel Gros

BRUXELLES (Belgio)  – Al Centro Bozar di Bruxelles un ciclo  di dibattiti in lingua inglese dal titolo  Economics of the future: the deficit of choice. Why we need an alternative to “there is no alternative”, organizzati con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura. Ad aprire la serie di incontri saranno – domani 8 ottobre (ore 18) – Enrico Giovannini (in collegamento Skype) e Daniel Gros. Titolo dell’incontro: “How Europe is deciding about sustainability and the climate change”. Ingresso libero, previa iscrizione  Enrico Giovannini economista, statistico e uomo politico italiano, è professore di Statistica economica presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. Dal 2001 al 2009 è stato chief statistician e director of the Statistics Directorate dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse) e dal 2009 al 2013 presidente dell’Istat. Nel 2013 -2014 è stato ministro del Lavoro e delle politiche sociali del governo Letta. Ha pubblicato, tra gli altri: Scegliere il futuro. Conoscenza e Politica al tempo dei Big Data (Il Mulino 2014) e L’Utopia sostenibile (Laterza 2018).  Daniel Gros è il direttore del think tank indipendente Ceps. È inoltre consigliere del Parlamento europeo e membro del Comitato scientifico consultivo dell’European Systemic Risk Board. Ha ricoperto incarichi presso il Fondo Monetario Internazionale e la Commissione Europea e ha prestato servizio come consulente per vari governi. È redattore di Economie Internationale e International Finance. Gros è dottore di ricerca in Economia ed è l’autore di diversi libri e di numerosi articoli scientifici. Le sue principali aree di competenza sono l’Unione monetaria europea, la politica macroeconomica, la transizione verso un’economia di mercato, la finanza pubblica, il sitema bancario e i mercati finanziari.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform