direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

E’ venuto a mancare Giovanni Zanon, dirigente di spicco della comunità veneta dell’Argentina e già Presidente del CAVA

ITALIANI ALL’ESTERO

Il cordoglio del Vicesegretario per l’America Latina Cgie Mariano R. Gazzola

 

BUENOS AIRES – “E’ con infinita tristezza che vengo a conoscenza della scomparsa il 30 dicembre u.s. a Barcellona, mentre visitava la figlia, di Giovanni Zanon, dirigente di spicco della comunità veneta dell’Argentina, già Presidente del CAVA Comitato delle Associazioni Venete dell’Argentina”. Lo scrive in una nota il Vicesegretario per l’America Latina Cgie e ex presidente CAVA  Mariano R. Gazzola.

“Giovanni (Juan) Zanon, nato a Portoguaro (VE) nel 1930, – ricorda Gazzola – era emigrato giovanissimo a Santa Fe, Argentina insieme alla famiglia. Da sempre coinvolto nelle attività della comunità italiana, fu dirigente del Circolo Veneto di Santa Fe, ricoprendo la carica di Presidente per lunghi anni, e promotore nel 1994 del Coordinamento delle Associazioni italiane della città di Santa Fe del quale fu Coordinatore fino al 1998. Il suo impegno nel sociale l’aveva visto prima come dirigente dell’APUL (l’associazione sindacale del personale non docente dell’Universitá Nacional del Litoral) della quale ne fu Segretario Generale nel periodo 1967-69. Rappresentando sempre il Circolo Veneto di Santa Fe, fu tra i fondatori del CAVA nel 1989 e membro del direttivo fino al 2004 nel quale occupò diverse cariche tra cui la Presidenza nel periodo 1995-97. Costantemente impegnato nel coinvolgimento dei giovani nelle strutture associative della comunità, ebbe la soddisfazione di dare impulso alla realizzazione nel 1999 a Santa Fe del Congresso dei Giovani Veneti dell’Argentina, da lui organizzato insieme  ai giovani  del CAVA, in collaborazione con la Regione Veneto.

Ho conosciuto Juan Zanon nel 1992, – prosegue Gazzola – quando se ne presse la responsabilità di accompagnare come capogruppo una ventina di giovani oriundi in un soggiorno nel Veneto. Ero uno di quei giovani, e da allora  mi ha onorato con la sua sincera amicizia. Non ci sono parole per ringraziare il suo lavoro in seno della comunità veneta argentina e della comunità italiana di Santa Fe. Con lui se ne va un’altro pezzo della nostra storia, ma resterà sempre la sua passione a incoraggiarci. A nome mio personale e dei dirigenti che abbiamo condiviso la comune esperienza nel CAVA, – conclude Gazzola – esprimo alla moglie Caty, ai figli e ai nipoti, le più sincere e sentite condoglianze. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes