direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Domani dibattito a Napoli organizzato da Mcl “Immigrazione: dall’accoglienza all’integrazione”

IMMIGRAZIONE

 

 

Interverrà il card. Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli

 

NAPOLI  –  “L’emergenza immigrazione, che investe drammaticamente le nostre coste e i nostri mari, sta provocando incertezze e domande che ci chiamano tutti a raccolta – politici, mondo cattolico, laici, corpi intermedi – per trovare nuove possibili soluzioni che riescano a garantire al tempo stesso accoglienza, integrazione, ma anche rispetto per l’ordine pubblico e sicurezza per i nostri cittadini”. Così in una nota il Movimento Cristiano Lavoratori (Mcl) che ha organizzato a Napoli un dibattito insieme a Patronato Sias-Mcl e Als (Associazione Lavoratori Stranieri Mcl) sul tema “Immigrazione: dall’accoglienza all’integrazione”. L’incontro si terrà domani 7 giugno presso la Camera di Commercio, a partire dalle ore 15.30.

All’incontro, che sarà presieduto da Michele Cutolo, componente della Presidenza Nazionale Mcl, parteciperanno, fra gli altri, oltre al presidente Mcl, Carlo Costalli, la presidente nazionale dell’Als-Mcl, Maria Rosaria Pilla; il direttore generale della Fondazione Migrantes, don Gianni De Robertis; il direttore generale per l’Immigrazione e le politiche dell’Integrazione del Ministero del Lavoro, Tatiana Esposito, e il direttore del Patronato Sias-Mcl, Alfonso Luzzi. Ai lavori interverrà il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli.

“Un appuntamento – sottolinea Mcl –  che chiama a raccolta il mondo cattolico e si preannuncia intenso e attualissimo, visti anche i roboanti annunci del neo ministro dell’Interno Salvini, per le diverse sensibilità in gioco, a partire dalla tenuta delle politiche europee in tema di immigrazione, e particolarmente agli accordi di Dublino:

“Per quanto apprezzabile, lo sforzo che il Governo italiano ha profuso finora per limitare i flussi migratori attraverso accordi con la Libia e con i Paesi d’origine, contrastando gli scafisti e aprendo canali umanitari, è impari rispetto alle dimensioni e alla complessità del fenomeno”, ha affermato il presidente Costalli presentando l’iniziativa. “Siamo davanti a fenomeni epocali, migrazioni che hanno assunto proporzioni bibliche e che richiedono risposte strutturali e complesse che investono necessariamente vari piani: dalle dinamiche demografiche in caduta nei Paesi ricchi e crescenti nei Paesi poveri; alla necessità di trovare una via europea per la gestione dei migranti e dei profughi; ai progetti di cooperazione con i Paesi di provenienza dei migranti per abbattere il fenomeno nel lungo periodo; fino a una guerra senza quartiere alle organizzazioni degli scafisti”. E non si tratta certo di puntare l’attenzione solo sugli aspetti negativi del fenomeno, anzi: “l’immigrazione e i contributi dei migranti sono essenziali per il mantenimento del welfare per i residenti dei Paesi che accolgono, purché siano regolari, in un percorso di inclusione lavorativa e tenendo sempre in grande evidenza il rispetto non solo delle leggi del Paese che accoglie, ma anche della storia, delle tradizioni, delle religioni”, ha detto ancora il leader del Mcl.

Per Michele Cutolo “I bambini sono ancora la ferita aperta e più dolorosa della tragedia dei tanti immigrati che tentano la sorte attraversando il mare nostrum a bordo di barconi di fortuna. La loro sorte ci sta a cuore e per questo motivo vogliamo rilanciare l’attenzione su una grande emergenza che con tutta probabilità nelle prossime settimane, come ogni estate, si aggraverà ulteriormente e per la quale bisogna trovare soluzioni eque”.(Inform)

 

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes