direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Dal Pd Argentina auguri di buon lavoro al presidente Maurizio Macri e alla vice Gabriella Michetti, entrambi di origine italiana

PARTITI

“Il Pd sarà attento osservatore del programma del presidente Macri giudicando di volta in volta il suo operato con senso di responsabilità ed equilibrio”

 

BUENOS AIRES – La segreteria del Pd Argentina, riunitasi sotto la presidenza del segretario generale Francesco Rotundo, ha analizzato la situazione dell’Argentina dopo le ultime elezioni. E’ doveroso risaltare – è detto in un comunicato – come il nuovo presidente della Repubblica Argentina, Maurizio Macri, sia di origine italiana e calabrese, figlio di Franco Macri e nipote dell’indimenticabile dirigente della collettività Antonio Tonino Macri. Cosi come sangue italiano ha la vice presidenta Gabriella Michetti. A tutti e due vanno gli auguri di buon lavoro con l’auspicio di riportare l’Argentina tra i paesi più produttivi al mondo.

Il Pd seguirà con attenzione l’evolversi del programma presidenziale che proclamato dal nuovo presidente punta dritto ad un recupero di rapporti con l’Europa e l’Italia in particolare. Le esigenze argentine di un rilancio a vasta scala della produzione agricola,  ben si conciliano con le esigenze italiane di esportare know how e macchinari di ultimissima generazione per la trasformazione dei prodotti agricoli. Non a caso il presidente del Consiglio italiano ha inviato nel giorno dell’investitura del nuovo presidente ad uno dei suoi più stretti e fidati collaboratori, il ministro dell’Agricoltura e foreste Maurizio Martina. Lo stesso ministro ha ammesso in un comunicato stampa il buon clima che ha accompagnato i suoi incontri con i nuovi ministri ed hanno gettato già le basi per prossimi incontri tra i quali quello del presidente Renzi con Maurizio Macri.

Un ruolo importante in questo nuovo clima lo possono giocare da protagonisti gli Italiani qui residenti, siano essi industriali, produttori di vino, PYME, o associazioni regionali. Il Pd Argentina sarà lo sprone necessario affinché i due governi riprendano una collaborazione cessata da anni non certo per volere italiano. Il Pd si è già fatto promotore, tramite i suoi rappresentanti in Parlamento e Senato, di riattivare il programma di cooperazione con relativi fondi da destinarsi a progetti specifici cosi come è stato in passato.

Il nostro non è e non sarà un sostegno al nuovo governo incondizionato – precisa il comunicato -, sarà uno stimolo affinché il nuovo governo riponga in marcia un paese tanto caro agli Italiani, dove il Pd giocherà un ruolo importantissimo di stimolo tra i due paesi. Così come il Pd chiede al nuovo presidente di riposizionare la statua di Cristoforo Colombo laddove è stata eretta nel giorno della sua inaugurazione, non perché si omaggi a Colombo, ma perché la statua fu donata dalla collettività italiana in Argentina in segno di riconoscenza e fratellanza e rappresenta per tutti noi Italiani il simbolo italiano in Argentina, tolta per un puro capriccio. Che lascino al suo lato la statua nel frattempo posta, questo non molesterà certamente nessuno.

Il Pd – conclude la nota del Pd Argentina – sarà attento osservatore del programma del presidente Macri giudicando di volta in volta il suo operato con senso di responsabilità ed equilibrio ben sapendo da dove lo stesso presidente Macri sta ripartendo. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes