direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Conclusa la visita ufficiale a Mosca del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

VIAGGI ISTITUZIONALI

Alla presenza del capo dello Stato rinnovato l’accordo quadro per la cooperazone scientifica tra Italia e Russia

 

MOSCA – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accompagnato dal Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Vincenzo Amendola, su invito del Presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, si è recato in Visita Ufficiale a Mosca dal 10 al 13 aprile. La visita del Capo dello Stato è iniziata, l’11 aprile, con la deposizione di una corona alla Tomba del Milite Ignoto e con un saluto a una rappresentanza della collettività italiana in Russia, riunita presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Mosca. Nel suo intervento Mattarella ha sottolineato come i rapporti tra Russia e Italia abbia una prospettiva di accrescimento anche grazie all’amicizia solida tra i due paesi, malgrado le difficoltà nel contesto internazionale e il difficile rapporto che si è creato da alcuni anni tra la Russia e l’Unione Europea. Prima di lasciare l’Ambasciata, Mattarella ha voluto salutare personalmente i rappresentanti della comunità italiana, tra i quali alcuni studenti della scuola italiana Italo Calvino.

Mattarella ha successivamente incontrato il Primo Ministro Dmitry Medvedev alla Casa dei Ricevimenti del Governo della Federazione Russa. In apertura dei colloqui, il Capo dello Stato ha ribadito come i rapporti economici tra Italia e Russia siano molto intensi e che la Federazione è un partner strategico, auspicando che le relazioni bilaterali possano ulteriormente crescere, anche al di la’ del pur importante settore energetico. Si è poi svolto l’incontro,presso il Cremlino, con il Presidente Putin. Nel salutare il Presidente russo, il Capo dello Stato ha rinnovato le condoglianze per l’attentato a San Pietroburgo, sottolineando come sia necessaria una sempre maggiore collaborazione e coordinamento contro il terrorismo. “Il dialogo tra Italia e Russia e’ positivo e produttivo”, ha inoltre dichiarato Mattarella.  Il Presidente Mattarella e’ stato poi ricevuto, il giorno 12, al Monastero Danilov, dal Patriarca di Mosca e di tutte le Russie, Kirill. Ricambiando il saluto iniziale del Patriarca, il Capo dello Stato ha sottolineato la crescente importanza del ruolo dei leader religiosi nel ricucire le lacerazioni causate dal terrorismo. Mattarella ha inoltre richiamato la comunità internazionale a una maggiore protezione dei cristiani in Medio Oriente. Oltre agli impegni istituzionali, una parte della visita e’ stata dedicata alla cultura, una componente fondamentale delle relazioni bilaterali: il Presidente ha potuto ammirare i capolavori dell’arte russa presenti alla Galleria Tretyakov e il suggestivo Monastero di Novodevichi. In occasione dell’ultima serata, il Capo dello Stato ha assistito al Teatro Bolshoj alla prima dell’opera “Manon Lescaut”, diretta dal Maestro Jader Begnamini.

Alla presenza del Presidente Mattarella, e’ stato inoltre rinnovato l’accordo quadro per la cooperazione scientifica tra l’Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN) e il JINR (Joint Institute for Nuclear Research). Sottoscritto dal presidente dell’INFN, Fernando Ferroni, e del Direttore di JINR, Victor A. Matveev, l’accordo, rinnovato per sei anni (2017-2022), si colloca nel contesto di una tradizione di collaborazione che interessa aspetti, sia teorici sia sperimentali, della fisica nucleare, delle alte energie, astroparticellare e della ricerca tecnologica, e prevede forme di collaborazione tra i due Istituti realizzate grazie a scambi di ricercatori, di informazioni, di tecnologie e di apparecchiature scientifiche. (Inform)

 

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes