direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Comunicazioni della Commissione Esteri sugli esiti della missione svolta a Podgorica in aprile

CAMERA DEI DEPUTATI

 

Un viaggio in occasione della Conferenza dei Giovani Parlamentari dell’Ue dei Paesi dei Balcani occidentali cui hanno partecipato Alberto Ribolla (Lega) e Lia Quartapelle Procopio (Pd). Organizzato dall’Ambasciata d’Italia anche un incontro con la comunità degli imprenditori italiani attivi in Montenegro

 

ROMA – La Commissione Affari esteri della Camera dei Deputati ha esaminato gli esiti della missione svolta in Montenegro in occasione della Conferenza dei Giovani Parlamentari dell’Unione europea e dei Paesi dei Balcani occidentali, tenutasi a Podgorica il 15 e 16 aprile 2019.

A riferire in proposito sono stati i deputati Alberto Ribolla (Lega) e Lia Quartapelle Procopio (Pd), che vi hanno partecipato.

Ribolla ha sottolineato come la missione sia stata proficua “innanzitutto sul terreno delle relazioni interparlamentari, in particolare con giovani colleghi eletti presso assemblee di Paesi dell’Unione europea e di area balcanica” e segnala in particolare l’incontro organizzato dall’Ambasciata d’Italia in loco con la comunità degli imprenditori italiani attivi in Montenegro. “Tutti gli interlocutori montenegrini hanno manifestato una forte aspettativa rispetto alla intensificazione delle relazioni bilaterali a livello sia commerciale sia culturale – ha rilevato Ribolla, ribadendo come tale aspettativa sia condivisa da parte italiana, “come dimostrano le intense attività di cooperazione, soprattutto a livello di forze di polizia e sul terreno giudiziario”. Riferito anche l’auspicio formulato dal presidente della omologa Commissione parlamentare di un incontro con la Commissione Esteri italiana, a sostegno dell’ulteriore rafforzamento delle relazioni bilaterali tra Italia a Montenegro.

Si è associata alle considerazioni di Ribolla Lia Quartapelle, che ha richiamato il significato che il processo di integrazione europea assume per i Paesi di area balcanica, alla luce dei conflitti degli anni Novanta, e il valore ad esso attribuito in particolare dai giovani e dalla prospettiva di Paesi che ancora non ne fanno parte. Sottolineato anche il forte interesse da parte montenegrina per l’innalzamento del livello di dialogo, di cooperazione e di presenza italiana nella regione. “La Conferenza interparlamentare, in generale, ha rappresentato un’occasione assai preziosa per il nostro Paese non solo alla luce dell’assenza di tutti i maggiori Paesi europei ma anche rispetto a contesti governativi in cui il nostro Paese ha assunto una linea più defilata rispetto all’integrazione dei Balcani occidentali – ha segnalato l’esponente democratica, invitando la Commissione a cogliere “ogni opportunità per accompagnare l’azione del Governo italiano rispetto alla regione balcanica con attività di diplomazia parlamentare, che sono assai apprezzate in quel contesto e che si rivelano particolarmente utili in questa fase al fine di mantenere costante la presenza dell’Italia rispetto a questo quadrante, prioritario per la nostra politica estera”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes