direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Colloquio telefonico tra Alfano e il suo omologo francese Le Drian

MEDITERRANEO E MEDIO ORIENTE

“Stretta collaborazione tra Italia e Francia sul dossier libico”

 

ROMA – Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale,  Angelino Alfano, ha avuto un cordiale colloquio telefonico con il suo omologo francese Jean-Yves Le Drian.

“Il ministro Le Drian mi ha informato sugli esiti della sua missione in Libia, dicendosi moderatamente ottimista sul buon esito del processo di riforma politica nel Paese nordafricano in vista del 17 dicembre, data di scadenza degli Accordi di Skhirat”, ha dichiarato il ministro Alfano.

“Confermiamo la stretta collaborazione franco-italiana sul dossier libico”, ha aggiunto il ministro Alfano, il quale ha poi ringraziato il suo omologo per gli elementi forniti e si è impegnato a riferire a sua volta a Le Drian gli esiti della riunione di Londra di giovedì 14 settembre, a cui il ministro francese non parteciperà.

Parlando degli appuntamenti futuri, il titolare della Farnesina ha sottolineato: “Siamo soddisfatti per l’avvio dell’azione di Salamé in Libia e confidiamo che l’incontro di New York il 20 settembre possa rappresentare un importante passaggio per consolidare questo rinnovato impegno delle NU nel Paese. Guardiamo con grande interesse alla Road Map che Salamé presenterà a New York. Lo SRSG Salame’ e le Nazioni Unite possono contare sul nostro convinto sostegno”.

“Dobbiamo continuare a indirizzare gli interlocutori libici verso un percorso di riconciliazione nazionale. In Libia sono stati raggiunti straordinari risultati nella lotta a Daesh che, come dimostrano anche i recenti attacchi occorsi in Europa, deve continuare a rappresentare una priorità strategica per tutti. Per consolidare i risultati raggiunti, la Libia necessita di forze di sicurezza unificate che rispondano al Consiglio Presidenziale, e sottoposte al controllo dell’autorità civile” ha concluso il ministro Alfano. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes