direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Circolare Fusie sull’erogazione dei contributi per il 2017 e il 2018

STAMPA ITALIANA ALL’ESTERO

Il presidente, Giangi Cretti segnala il completamento della procedura per l’assegnazione relativa al 2018 e richiama le modalità di richiesta valide per il 2018

 

ROMA – Il presidente della Federazione unitaria della Stampa italiana all’estero (Fusie), Giangi Cretti, ha diffuso ieri una circolare in cui segnala il completamento della procedura per l’assegnazione dei contributi ai periodici editi e diffusi all’estero per l’anno 2017 e che la loro erogazione è temporaneamente ritardata per via di un problema tecnico, “in via di soluzione”. “L’attesa non dovrebbe pertanto protrarsi oltre il termine di un paio di settimane – assicura Cretti, che richiama poi le modalità di presentazione della domanda dei contributi per l’anno 2018, stabilite con l’entrata in vigore del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70 (Capo V – Sezioni I e III) dal  D.P.C.M. 15 settembre 2017:

“Per i periodici editi e diffusi all’estero, le domande (e la relativa documentazione) devono pervenire, entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello del contributo, all’ufficio consolare italiano di prima categoria territorialmente competente per il luogo della sede legale dell’editore. L’ufficio consolare provvede a trasmetterle al Dipartimento, e per conoscenza al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, entro il 30 aprile, insieme alla dichiarazione del Capo dell’ufficio attestante che la rivista è diffusa presso la comunità italiana presente nel Paese di riferimento e riveste interesse per la stessa. Si prega gli editori di non inviare le domande direttamente al Dipartimento”.

“Per i periodici editi in Italia e diffusi prevalentemente all’estero – prosegue la circolare, – le domande (e la relativa documentazione) devono pervenire entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello del contributo, al Dipartimento, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: archivio.die@mailbox.governo.it”.

“Entro lo stesso termine del 31 marzo devono essere inviate, a cura e spese dell’editore, le copie delle riviste indirizzate a: Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per l’informazione e l’editoria – Ufficio per il sostegno all’editoria – Servizio per il sostegno diretto alla stampa – UFFICIO ACCETTAZIONE – Via dell’Impresa 90 – 00187 Roma. Nel caso di edizione digitale in parallelo con l’edizione cartacea, devono essere comunicate le modalità di accesso e le credenziali per la consultazione dell’archivio. La modulistica (modello di domanda e relativi allegati) aggiornata alle nuove disposizioni normative è in corso di pubblicazione”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes