direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Carmelo Arnoldin, l’arte trentina in Canada

ITALIANI ALL’ESTERO

Da Mondotrentino

TRENTO – Nel mese di luglio è venuto a trovarci dal Canada, il signor Carmelo Arnoldin, in visita al Trentino per qualche settimana assieme alla moglie. Ecco la sua storia.

Carmelo nasce a Revò il 27 dicembre del 1943. Le ristrettezze economiche e la mancanza di prospettive costringono l’intera famiglia a lasciare il Trentino. Nel 1960 emigrano tutti in Canada, ad Halifax. Carmelo cerca da subito una qualsiasi occupazione per aiutare la famiglia e inizia come lavapiatti in un ristorante. Successivamente svolge altri lavori, realizza finestre in alluminio, fa il barbiere e anche il falegname, lavori che gli permetteranno di iscriversi ad un corso serale presso una scuola superiore di Halifax e successivamente all’Università di Mount Allison a New Brunswich, dove nel 1974 si laurea in Belle Arti. Poi, grazie ad una borsa di studio, frequenta la York University a Toronto e diventa “Master of Fine Art”.

Realizza così il suo grande sogno, “studiare arte”, nato ancora nei primissimi giorni di scuola. La maestra infatti, vedendo un disegno, si era complimentata con il piccolo Carmelo per la sua “vena artistica”. Nonostante il padre lo avesse invitato a concentrarsi sullo studio della matematica e dell’inglese, perché, diceva, che “con l’arte non sarebbe mai arrivato da nessuna parte”, Carmelo non demorde. Riesce ad esprimere in pieno la passione per l’arte in tutto il suo percorso scolastico e professionale. Terminati gli studi trova lavoro come docente di arte presso l’Università di Mississauga a Toronto. Questa passione lo porta anche ad aprire uno studio a Toronto dove principalmente si dedica alla scultura e le sue opere vengono esposte in varie gallerie d’arte, ad Halifax, ad Ottawa, a Montreal, a Quebec e persino in Cina.

Questo viaggio in Trentino è stato per lui estremamente significativo in quanto ha coinciso con l’inaugurazione della mostra “Vicino. Non Qui.” presso la Galleria Civica di Trento, alla quale è presente anche una delle sue opere. Carmelo sottolinea il significato sociale delle sue opere, come nel caso de “L’ultima cena”, esposta a Trento, arazzo intessuto con striscioline di lamiera recuperate da lattine di bibite, metafora dell’ingordigia che porta obesità e malattie ormai dilaganti in mezzo mondo.

La mostra, “Vicino. Non Qui. Percorso di creatività trentina” aperta dal 14 luglio al 14 ottobre 2018, ha portato a Trento 21 artisti trentini, di nascita o di origine, che hanno costruito la propria carriera all’estero, come il signor Carmelo.

Per saperne di più www.mart.tn.it/vicinononqui. (Mondotrentino /Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes