direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Bellunesi nel mondo, Zaia: “Con Barcelloni Corte il Veneto perde la voce dei migranti e l’artefice del sacello sul Vajont”

REGIONE VENETO

 

“Lascia un grande vuoto non solo nel mondo dell’associazionismo veneto dei migranti, ma nella coscienza collettiva di tutti i bellunesi e di tutti i veneti”

VENEZIA – “La perdita dell’ingegner Vincenzo Barcelloni Corte lascia un grande vuoto non solo nel mondo dell’associazionismo veneto dei migranti, ma nella coscienza collettiva di tutti i bellunesi e di tutti i veneti. E’ come se fosse caduto l’albero principe di quella grande foresta simbolica rappresentata dai milioni di veneti che, per fame o necessità ma anche per spirito di intraprendenza e coraggio, hanno abbandonato i loro paesi e colonizzato mezzo mondo con il loro lavoro e le loro opere”. Così il presidente della Regione Veneto Luca Zaia rende omaggio al fondatore e presidente onorario dei Bellunesi nel Mondo, scomparso a pochi giorni dalla festa associativa annuale che riunirà domenica a Canale d’Agordo migliaia di emigranti.

“Della Bellunesi nel Mondo l’ingegner Barcelloni Corte è stato – sottolinea  Zaia – l’anima, la voce, la penna, in qualità di appassionato direttore della testata di collegamento, l’infaticabile ideatore e sponsor di iniziative. Gli rendiamo omaggio, a nome di generazioni di emigranti veneti, per aver dato dignità e peso culturale al fenomeno dell’emigrazione e per aver reso possibile, con la sua competenza progettuale e professionale, il recupero della chiesetta di Sant’Antonio sulla diga del Vajont, facendone un’estrema e toccante preghiera in pietra e calcestruzzo in ricordo delle quasi duemila vittime di quell’immane tragedia”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes