direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Azerbaigian – L’Ambasciatore Augusto Massari ha partecipato all’inaugurazione della prima edizione del Milan Design Film Festival

RETE DIPLOMATICA

BAKU – Si è tenuta  l’inaugurazione della prima edizione del Milano Design Film Festival (MDFF) a Baku, evento conclusivo della XIX edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo.

La cerimonia è stata aperta dalla Rettrice dell’Università di Architettura e Costruzioni dell’Azerbaigian (AZUAC), Mrs Gulchohra Mammadova, la quale ha calorosamente ringraziato l’Ambasciata d’Italia a Baku per aver permesso e sostenuto l’apertura del Centro di Design italiano presso l’Università, frutto di un accordo firmato durante la visita di Stato del Presidente Mattarella a Baku nel luglio 2018.

L’Ambasciatore Augusto Massari ha poi preso la parola evidenziando il rapporto speciale che lega Ambasciata e Università sottolineando che, da ultimo, l’ateneo ospita per un semestre due studenti del Politecnico di Milano, mentre da quest’anno gli studenti di AZUAC beneficiano di corsi di lingua impartiti da un laureato italiano, cofinanziato dalla Farnesina. L’Ambasciatore ha rivolto un invito agli studenti presenti alla cerimonia a focalizzarsi sulla ricerca della bellezza quale elemento fondante dei loro sforzi accademici e professionali. Ha terminato il suo discorso auspicando che AZUAC possa diventare un centro di eccellenza e un punto di riferimento nella Regione.

Nel chiudere la cerimonia di apertura Silvia Robertazzi, cofondatrice del MDFF insieme ad Antonella Dedini, ha raccontato che l’idea del MDFF, nata per la voglia di testimoniare quel vivere all’italiana che tanto ci caratterizza nel mondo, si è rapidamente evoluta per diventare un vero e proprio festival, giunto quest’anno alla sua settima edizione, e un punto di riferimento a livello internazionale nel settore del design. Citando Ettore Sottsass: “Per capire il design italiano bisogna comprendere che tutto parte dal nostro stile di vita, fatto di riti, tradizioni, anche asprezze e gentilezze, odori, luce, cibo, paesaggi, pigrizia ed efficacia.” Il design, secondo Sottsass, non è una professione, ma un modo di vivere. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform