direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Audizione del Presidente Fedriga al Comitato parlamentare Schengen

FRIULI VENEZIA GIULIA

TRIESTE – La situazione migratoria sul confine orientale è stata al centro dell’audizione del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, presso il Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen.

Durante il suo intervento, il governatore ha posto l’accento sulle specificità di flussi “di natura e intensità diversa rispetto a quelli che caratterizzano la rotta mediterranea, che richiedono misure decise tanto sul fronte del contrasto che della prevenzione. Azioni tanto più necessarie anche alla luce delle tensioni che stanno scuotendo i campi profughi della Bosnia, che portano a temere l’intensificarsi delle partenze verso il Friuli Venezia Giulia”.

Fedriga ha dunque elencato i risultati della collaborazione tra il Governo e l’Amministrazione regionale, “che, in meno di un anno, ha portato alla diminuzione del 20% dell’accoglienza di irregolari e al potenziamento delle Forze dell’Ordine per incrementare il presidio dei confini lungo la Slovenia”. Proprio con la Slovenia sono stati inoltre avviati, il primo luglio scorso, pattugliamenti congiunti. “Un’iniziativa importantissima – ha sottolineato il governatore – che rappresenta un’ulteriore risposta concreta a un fenomeno di portata storica”

“L’accordo di Schengen  – ha fatto osservare Fedriga – non prevede solo la libera circolazione di persone e merci, ma anche il controllo dei confini europei da parte dei Paesi membri: un punto troppo spesso dimenticato che è invece opportuno sottolineare con forza specie in risposta ai flussi migratori che stanno colpendo l’Italia e l’intero continente”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes