direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Assistenza sanitaria dei transfrontalieri

CONSIGLIO DEI MINISTRI

 

ROMA – Il Consiglio dei ministri, nella seduta di venerdì, su proposta del presidente Paolo Gentiloni e del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ha approvato, in esame definitivo, un regolamento, da adottarsi mediante decreto del presidente della Repubblica, al fine – informa Palazzo Chigi -di delineare le competenze tra Stato e Regioni per quanto riguarda, in particolare, la regolamentazione finanziaria dei flussi debitori e creditori generati dalla mobilità sanitaria internazionale. L’intervento regolamentare – si legge nella nota – si rende necessario  tenuto conto che l’assistenza sanitaria da e per l’estero genera partite debitorie e creditorie che vengono, da un lato, trattate e regolate tra gli Stati coinvolti in base alle disposizioni comunitarie ed internazionali, dall’altro, implica una necessaria collaborazione amministrativo-contabile tra il Ministero della Salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano. Tale collaborazione si concretizza in procedure amministrative nell’ambito delle quali i predetti enti territoriali si occupano, per mezzo delle ASL, della materiale erogazione delle prestazioni assistenziali agli assistiti di altro Stato e della conseguente fatturazione che comunicano al Ministero della Salute. Quest’ultimo provvede a esigere il pagamento dei crediti dovuti e al rimborso dei debiti maturati nei confronti degli Stati esteri, mediante risorse stanziate su uno specifico capitolo di spesa del proprio bilancio.

Il testo – informa ancora Palazzo Chigi – è stato modificato tenendo conto delle richieste delle Regioni e delle Province autonome ed è quindi stata acquisita l’intesa della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano. Inoltre, – conclude la nota –  sono stati acquisiti i pareri delle competenti Commissioni parlamentari e del Consiglio di Stato, che hanno portato a ulteriori modifiche e integrazioni. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes