direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Arte, Consolato d’Italia a Dortmund aperto agli italiani che vogliano esporre le loro opere

ITALIANI ALL’ESTERO

Il Consolato invita i connazionali interessati a inviare per posta o e-mail un portfolio con le proprie creazioni

 

Fino al 9 maggio la mostra “MoBASS Art” di Christopher Pellini. Un angolo dedicato ai bambini, che possono cimentarsi con fogli, tele e colori

 

DORTMUND – Consolato d’Italia  a Dortmund aperto agli italiani che vogliano presentare o esporre le loro opere, siano esse figurative, letterarie o musicali. Il Consolato infatti invita i connazionali interessati a inviare per posta o e-mail un portfolio con le proprie creazioni per verificare la possibilità di esporle negli spazi della rappresentanza.In questo momento all’interno dei locali del Consolato si può trovare un angolo dedicato ai bambini. Mentre i genitori attendono per completare   pratiche amministrative, i bambini possono cimentarsi con fogli, tele e colori in ‘opere’ che vengono esposte.  Inoltre è allestita la mostra “MoBASS Art” di Christopher Pellini, connazionale attualmente detenuto presso il penitenziario della città di Werl. È proprio dal settore del carcere in cui è attualmente detenuto – MoBASS – che l’autore delle opere trae ispirazione per il titolo della mostra. L’idea è nata l’anno scorso, in occasione della visita natalizia a Christopher Pellini, ed a tutti gli altri connazionali, da parte del console Franco Giordani,  e favorevolmente accolta dalla direttrice della casa circondariale di Werl Maria Look, con la convinzione che l’arte, ovunque nasca, possa essere un utile veicolo di reinserimento nella società civile. I dipinti sono stati realizzati su diversi materiali: tela, stoffa, carta e scatole riciclate. L’iniziativa ha, inoltre, coinvolto un altro cittadino italiano, detenuto presso il penitenziario di Hövelhof – Kurt Omar Can –, che ha realizzato un disegno incidendo la superfice posteriore di uno specchio. La mostra , inaugurata lo scorso 11 aprile potrà essere visitata fino al 9 maggio negli orari di apertura al pubblico del Consolato. Gli eventuali proventi delle opere, in accordo con l’autore, saranno devoluti in beneficenza. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes