direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Arsia, una tragedia mineraria dimenticata

ITALIANI ALL’ESTERO

Dal presidente del Comites di Chambery, Graziano Del Treppo

Il 28 febbraio la commemorazione dei 185 connazionali che persero la vita nella miniera istriana, nel 1940

 

FIUME – “La più grande tragedia mineraria italiana non è stata quella di Marcinelle in Belgio del 1956. Sedici anni prima, il 28 febbraio 1940, 185 minatori italiani trovarono la morte e 147 furono i feriti, in Istria, nella miniera di Arsia. Tra le vittime, in maggioranza Istriani, vi erano anche minatori originari del vicino Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Toscana, Veneto, Emilia Romagna, Sicilia. Arsia, a pochi chilometri dalla città di Albona, era all’epoca era il più grande impianto estrattivo nazionale italiano”. Inizia così la nota del presidente del Comites di Chambery, Graziano Del Treppo che prosegue. “Con l’entrata in guerra dell’Italia pochi mesi dopo, le vittime di Arsia furono totalmente dimenticate: la stampa italiana trascurò praticamente l’evento, relegato in piccoli articoli di pubblicazioni locali e ignorando a livello nazionale che quella di Arsia è la più grande sciagura mineraria italiana. D’altra parte la Jugoslavia, a cui fu ceduta l’Istria alla fine della seconda guerra mondiale, non aveva verosimilmente trovato motivo per commemorare il triste evento. Oggi – continua Del Treppo – gran parte dell’Istria, com’è noto, fa parte della Croazia. Da 13 anni, su iniziativa del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste e della Comunità degli Italiani “Giuseppina Martinuzzi” di Albona, con il sostegno del Comune di Arsia (Raša in croato), si è voluta commemorare la tragedia nella data del suo anniversario, il 28 febbraio. Anche quest’anno la cerimonia ha riunito le autorità locali, cittadini di Arsia, ex-minatori, il Circolo Istria, una delegazione del Comune e l’Associazione Ad Undecimum di San Giorgio di Nogaro (Udine), l’Associazione Veneziani nel Mondo. I presenti hanno ascoltato con emozione il discorso della presidente della Comunità degli Italiani di Albona, Daniela Mohorović: ‘Vogliamo onorare non soltanto i morti della tragedia del 1940, ma tutti i minatori morti sul posto di lavoro. Nel remoto e recente passato del nostro territorio quasi ogni famiglia è stata colpita dalla perdita dei congiunti in miniera e ci sembra più che giusto dedicare almeno una volta all’anno la nostra attenzione a coloro che hanno immolato la loro vita per il benessere dell’azienda carbonifera e dell’intera nostra comunità’. La Presidente ha richiamato anche il cammino già fatto per far uscire la tragedia di Arsia dall’oblio: ‘Siamo partiti 13 anni fa un po’ in sordina, ma oggi stanno dietro di noi risultati decisamente positivi. La disgrazia mineraria di Arsia comincia ad essere meno ignorata: se ne parla sempre di più e i nostri ringraziamenti vanno a tutti coloro che hanno contribuito a farla conoscere. Speriamo che l’anno prossimo, per l’80° anniversario del triste evento ci saranno dei risvolti decisamente significativi’.

Negli ultimi anni – ricorda Del Treppo la commemorazione aveva ottenuto la partecipazione e la solidarietà della Fondazione “Solidarité Internationale Mineurs” del Belgio, quasi come una mano tesa da Marcinelle ad Arsia, di parlamentari italiani eletti all’estero, della Confederazione Europea dei Sindacati e dei Sindacati di Trieste, del segretario generale del Cgie Schiavone, del ministro degli Esteri Angelino Alfano, ecc. Il Consiglio Nazionale della Federazione dei Maestri del Lavoro d’Italia – conclude Del Treppo – ha presentato al presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella la richiesta di attribuzione della Stella al Merito del Lavoro alla memoria dei minatori caduti sul lavoro ad Arsia e dei loro soccorritori, così come Oscar Luigi Scalfaro aveva fatto nel corso del suo mandato presidenziale per le vittime di Marcinelle.Non possiamo che auspicare che questa iniziativa sia coronata da successo. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes