* INFORM *

INFORM - N. 269 - 31 dicembre 2004

ITALIANI ALL’ESTERO

Maremoto nel Sud Est asiatico: Tremaglia si rivolge agli Italiani all’estero

"Invito gli italiani nel mondo a compiere atti concreti di solidarietà con l’adozione a distanza dei bambini orfani".

ROMA - Mirko Tremaglia, Ministro per gli italiani nel mondo, chiede ai connazionali all’estero "di dare una grande prova di umanità e di solidarietà, offrendo la loro disponibilità per l’adozione a distanza dei bambini rimasti orfani a causa dell’immane tragedia che ha colpito il Sud Est asiatico".

Il Ministro Tremaglia fa appello ai Comites, al CGIE, alla Consulta Nazionale Emigrazione, alle Associazioni degli italiani all’estero, alla Rete consolare, ai Patronati e alle Associazioni cattoliche affinché abbianoi un ruolo di primo piano in questa iniziativa. "Questo - rileva Tremaglia - significa compiere atti di aiuto concreto a favore di singoli bambini rimasti orfani".

A tal fine saranno presi gli opportuni contatti con la Direzione Generale degli Italiani all’Estero del Mae. Per maggiori informazioni ci si può rivolgere al Dipartimento per gli Italiani nel Mondo - telefoni 0658324208 - 0658324222 - o inviare unas e-mail all’indirizzo di posta elettronica dim@palazzochigi.it

Il Segretario del CGIE Torquato Cardilli ha trasmesso a tutti i membri del Consiglio Generale il comunicato del Ministro Tremaglia, "indirizzato al CGIE e a tutti gli italiani all'estero di buona volontà che intendano alleviare, con la loro solidarietà, le sofferenze di quanti sono stati colpiti dalla tragedia del maremoto".

Si apprende inoltre che il CTIM "Bruno Zoratto" ha aderito all’appello del Ministro e sta dando disposizioni a tutti i dirigenti di attivarsi per l’adozione a distanza dei bambini rimasti orfani. Le richieste di adozione saranno raccolte dalla Segreteria Generale che si terrà in costante contatto con il Dipartimento per gli Italiani nel Mondo. (Inform)


Vai a: