* INFORM *

INFORM - N. 265 - 27 dicembre 2004

ESTERI

Tragedia nel Sud Est asiatico: saliti a tredici i morti italiani accertati

ROMA - Nel corso di una conferenza stampa il Ministro degli Esteri Gianfranco Fini ha confermato che gli italiani morti nell’immane catastrofe che ha colpito il Sud Est asiatico sono saliti a tredici (11 in Thailandia e 2 nello Sri Lanka), mentre i connazionali dispersi sono un centinaio, soprattutto nella zona intorno a Phuket. Intanto il bilancio della tragedia continua a peggiorare e secondo il capo della Protezione civile italiana, Guido Bertolaso, le vittime sarebbero decine e decine di migliaia. (Inform)

Il Ministro degli Esteri ha inviato messaggi di cordoglio ai Ministri degli Esteri della Thailandia, dello Sri Lanka, delle Maldive, dell'Indonesia, dell'India e della Malaysia. Fini ha rivolto ai suoi omologhi dei paesi colpiti espressioni di profonda partecipazione per le gravi perdite di vite umane e per gli ingenti danni materiali subiti e ha espresso, a nome del Governo e di tutti gli italiani, la massima solidarietà alle vittime e alle popolazioni colpite dalla tragedia.

Appello ai connazionali nelle aree colpite dal maremoto

Il Ministero degli Affari Esteri invita tutti i connazionali che si trovano nelle aree colpite dal sisma a mettersi in contatto con le Ambasciate italiane più vicine, raggiungibili ai seguenti numeri: Ambasciata a Bangkok: 006622854090 - 006622854091-2-3; Ambasciata a Colombo: 0094112588388; Rappresentanza consolare a Malè: 00960775428 - 00960786773.

Si rinnova anche l'appello a non recarsi nelle aree interessate dalla catastrofe. (Inform)


Vai a: