* INFORM *

INFORM - N. 240 - 24 novembre 2004

CULTURA

Cresce in Finlandia la sinergia tra la "Dante Alighieri"e gli altri enti culturali per la diffusione della lingua e della cultura italiana

Il Comitato di Helsinki può contare sul costante apporto di quasi 300 soci

HELSINKI - In continua crescita la collaborazione tra il Comitato della Società Dante Alighieri di Helsinki e gli altri enti culturali locali per la diffusione della lingua e della cultura italiana in Finlandia. Per la realizzazione delle proprie attività, infatti, la "Dante" presieduta dalla prof.ssa Elina Suomela può contare sul prezioso appoggio dell’Istituto Italiano di Cultura, della Cineteca finlandese, dell’Università di Helsinki, che concede i locali per le conferenze, del Centro Scientifico Heureka e dell’Associazione per la diffusione della lingua e cultura italiane.

Il Comitato, inoltre, opera in stretta sinergia con le altre dodici sedi finlandesi, in particolare con quelle impegnate a Kotka e Turku, con le quali è stato realizzato uno scambio di illustri conferenzieri.

Tra le attività svolte dalla "Dante" locale spiccano proprio le conferenze dedicate ai vari aspetti della cultura del Belpaese: "La linea siciliana della narrativa italiana fino ad Andrea Camilleri" (prof. Raffaele Morabito, Università dell’Aquila), "La parte prima del ‘Gattopardo’" (prof. Arnaldo Di Benedetto, Università di Torino), "Manzoni e unità della lingua" (prof. Massimo Fanfani, Università di Firenze), "Cinema e lingua: i titoli dei film" (prof. Maurizio Viezzi, Università di Trieste), "L’iconografia di Ariosto" (prof. Roberto Fedi, Università di Perugia), "Addomesticare il disordine" (scrittore Cesare De Marchi), "Perugia: una città da leggere" (prof. Patrizio Andreaux, Università di Jyvaskila), "Passato presente. Il Nettuno di Bologna" (prof.ssa Laraia, Presidente del Comitato di Potenza). (Inform)


Vai a: